menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per un acqua più buona al via il ‘flussaggio’ delle condotte

Nell'ambito delle consuete attività di lavaggio delle condotte che Hera esegue per migliorare la qualità dell'acqua, è stato deciso anche di mettere in campo alcuni interventi sperimentali di 'flussaggio'

Nell’ambito delle consuete attività di lavaggio delle condotte che Hera esegue per migliorare la qualità dell’acqua, è stato deciso anche di mettere in campo alcuni interventi sperimentali di ‘flussaggio’, un metodo semplice ed efficace per pulire le condotte dell’acqua potabile in pressione con un innovativo sistema, che miscela  aria e acqua. I primi interventi saranno eseguiti in maniera programmata e regolare dal 23 ottobre a cominciare dalle condotte idriche della zona Nord-Ovest del Comune di Forlì, che comprende le aree di  Villafranca, Roncadello, Durazzanino e Pieveacquedotto.

Si è scelto di avviare la sperimentazione in quest’area per dare risposta alle frequenti segnalazioni di peggioramento della qualità dell’acqua da parte dell’utenza: se il metodo darà i risultati attesi, il sistema potrà essere esteso ad altre zone del territorio gestito da Hera.

Un sistema in grado di garantire maggiore qualità all’acqua di rete

Con la rimozione dei residui naturali (carbonati, ferro, manganese, sabbia ed altri sedimenti) che si trovano all'interno delle condotte idriche, Hera intende dare maggiori garanzie alla qualità dell'acqua di rete, migliorandone la  conformità organolettica, la limpidezza, il sapore e l’odore. Durante l'esecuzione delle operazioni potranno verificarsi abbassamenti della pressione idrica e fenomeni di acqua rossa, che non ne pregiudicano comunque la potabilità.

In ogni caso, per evitare di arrecare anche minimi disagi ai Clienti, Hera condurrà tutti gli interventi nella fascia oraria notturna, quella caratterizzata da minor consumo. Le utenze interessate dall’intervento saranno preavvisate grazie ad una capillare attività di volantinaggio porta a porta.

Quando utilizzare il sistema aria-acqua (flussaggio)

Si può intervenire  nella pulizia di tubazioni acquedottistiche con il sistema ‘aria-acqua dove l’attività di spurgo tradizionale presso idranti o fontane presenti sulla rete non risolve il problema o dove è evidente la necessità di intervenire in maniera energica per rimuovere incrostazioni evidenziate da tronchi di rete o con ispezione con telecamera.

Il lavaggio con sola acqua, infatti, non fornisce l’energia sufficiente a consentire un’efficace pulizia della parete interna delle tubazioni, a causa di un rapido stabilizzarsi della pressione all’interno delle condotte fino a valori pari alla pressione atmosferica e alla contemporanea diminuzione della velocità dell’acqua.

 

Come funziona il ‘flussaggio’

Utilizzando le saracinesche disponibili in rete, viene isolato un tratto di tubazione ove effettuare la pulizia.Attraverso un idrante od altra apparecchiatura (sfiato, scarico) esistente nel tratto in esame, viene iniettata una miscela d’aria e acqua preventivamente sterilizzata che, percorrendo la condotta ad alta velocità crea vortici e cavitazioni che rimuovono i sedimenti organici ed inorganici inseriti nelle incrostazioni calcaree delle pareti. Lo scarico della miscela aria/acqua avviene attraverso un’apparecchiatura alla fine del tratto in esame.

 


Si ricorda infine che per segnalazioni o emergenze, è attivo tutti i giorni 24 ore su 24 il numero di Pronto Intervento Reti di Hera, 800.713.900.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento