rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Salute

Come gestire i disturbi del riposo: le azioni corrette per agevolare il sonno

L'importanza della terapia comportamentale è particolarmente rilevante per le persone che soffrono di disturbi cronici o gravi

Il sonno è un elemento fondamentale per la salute e il benessere fisico e mentale, la cui privazione può causare problemi come malattie cardiache, obesità, depressione, ansia e problemi di memoria e concentrazione. Per migliorare la qualità della vita delle persone affette dai disturbi del sonno esistono terapie a base di farmaci e dispositivi medici, ma anche terapie comportamentali. In occasione della Giornata mondiale del sonno, il servizio sanitario regionale rinnova il suo impegno a promuovere stili di vita sani e a sensibilizzare l'opinione pubblica sull’importanza di riposare bene per la salute e il benessere fisico e psicologico.

IL FOCUS - Occhio ai disturbi del sonno, "le apnee mettono a rischio il cuore"

Le Aziende sanitarie del territorio sono impegnate ad organizzare iniziative, incontri e progetti in occasione di questa giornata (i programmi dettagliati consultabili nei rispettivi siti internet). “La Regione Emilia-Romagna ha investito nella creazione di strutture mediche altamente specializzate e nella formazione di professionisti della salute - afferma l'assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini - riconoscendo l'importanza del sonno per il benessere dei cittadini. Giornate come quelle di venerdì sono importanti per informare e sensibilizzare, e per far conoscere ai cittadini tutto quello che il territorio offre in termini di assistenza, servizi e cura”.  

La Giornata mondiale del sonno

La Giornata mondiale del sonno si tiene annualmente il terzo venerdì di marzo. L'evento è stato istituito nel 2008 dalla World Sleep Society per unire gli operatori sanitari del sonno, discutere e diffondere i benefici di una corretta gestione del riposo, prevenendo e riducendo i disturbi sempre più comuni nella popolazione. La giornata è supportata in ogni parte del mondo dalla World Sleep Society e in Italia dall'Associazione Italiana della Medicina del Sonno. Il tema dell'evento di quest'anno è il concetto che la terapia dei disturbi del sonno contribuisce a ridurre il rischio di altre patologie, con la consapevolezza che riposare bene ha un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute del nostro cervello e nella prevenzione delle malattie cardio-metaboliche.

Azioni corrette per agevolare il sonno

La terapia dei disturbi del riposo può essere gestita da un medico specializzato o da un terapista, e prevede l'adozione di un regime di riposo più sano e la modifica dei comportamenti che influenzano la qualità del sonno, come mantenere l'ambiente fresco e scuro, utilizzare un materasso e un cuscino confortevoli, evitare rumori eccessivi e dispositivi elettronici prima di coricarsi. Inoltre, abitudini come andare a letto e alzarsi allo stesso orario ogni giorno, limitare l'assunzione di alcol e caffeina prima di coricarsi, evitare pasti pesanti e fare esercizio fisico regolarmente ma non intenso prima di dormire possono migliorare la qualità del riposo. L'importanza della terapia comportamentale è particolarmente rilevante per le persone che soffrono di disturbi cronici o gravi - ad esempio l'apnea notturna - che possono causare problemi di salute come ipertensione, obesità e diabete.

La medicina del sonno e i servizi

In Emilia-Romagna la diagnosi e la cura dei disturbi del sonno sono garantite da una vasta gamma di strutture mediche specializzate e personale altamente qualificato, nonché dalla continua ricerca di nuovi approcci terapeutici. I centri di medicina del sonno sono composti da team multidisciplinari che offrono servizi diagnostici e terapeutici avanzati come la polisonnografia, il monitoraggio del sonno a domicilio, la terapia con Cpap (Pressione Positiva Continua delle vie aeree per il trattamento delle apnee notturne) e la terapia comportamentale. Gli ospedali della regione offrono anche interventi chirurgici specifici. 

Nel territorio forlivese la Scuola di Specializzazione in Medicina del sonno dell'Università di Bologna, in collaborazione con l'Ausl Romagna, organizza un master in terapia del sonno per medici specializzandi in pneumologia, neurologia, psichiatria, medicina interna e pediatria. Quella avviata nel mese di marzo 2023 è la dodicesima edizione. Dal punto di vista chirurgico, i pazienti apnoici che necessitano di una riduzione della base linguale vengono sottoposti a chirurgia robotica all'Unità Operativa di Otorinolaringoiatria di Forlì, diretta da professor Claudio Vicini.

Le principali notizie

Saldi, è tempo di bilanci

Case popolari, il Comune rinnova il matrimonio con Acer

Pnrr, controlli anti-sprechi e frodi

Lavoro, le previsioni sulle assunzioni

Il piano anti-siccità

Come gestire i disturbi del sonno

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come gestire i disturbi del riposo: le azioni corrette per agevolare il sonno

ForlìToday è in caricamento