Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Quanto incide il turismo nostalgico a Predappio? Confesercenti: "Può anche danneggiare il commercio"

"Si possono innescare meccanismi controproducenti. Se la vicenda diventa impattante può danneggiare la convivenza civile"

"Qualora la famiglia Mussolini decidesse di riaprire la cripta del Duce i visitatori che arriverebbero a Predappio numericamente non farebbero la fortuna degli esercenti del luogo, nella maniera più assoluta". Così all'Adnkronos Giancarlo Corzani, il direttore della Confersercenti forlivese. Il tema dell'indotto del “turismo nostalgico” a Predappio è sempre controverso, c'è chi sostiene che sia determinante per l'economia del paese della valle del Rabbi, chi invece lo reputa poco significativo. 

"Occorre stare attenti a esprimere certe posizioni - sottolinea Corzani alludendo alle parole del sindaco di Predappio Canali - perché si possono innescare meccanismi controproducenti. Se la vicenda diventa impattante può danneggiare la convivenza civile nel Comune, il commercio stesso". Perché il tema "è divisivo - ricorda Corzani - sono 20 anni che non ci sono più tensioni, c'è una sorta di quieto vivere anche sui due negozi nostalgici, ma l'apologia del fascismo è comunque un reato secondo la Costituzione. E un riaccendersi delle contrapposizioni politiche sul territorio certo non gioverebbe all'economia".

In ogni caso Corzani rileva che "al di là dei due negozietti di souvenir del ventennio e magari di un ristorante, i numeri dei visitatori alla cripta sono contenuti e non costituiscono certo un flusso in grado di cambiare le sorti dell'economia del luogo. E' chiaro che se il commercio è in sofferenza anche pochi numeri in più risultano importanti per una piccola attività, ma non determinano nel modo più assoluto un cambio del trend economico del territorio. Insisto - conclude - bisogna essere cauti su temi come questo, perché alimentare un passato che è divisivo, non giova a nessuno e può creare tensioni in grado di allontanare i turisti piuttosto che attrarli".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quanto incide il turismo nostalgico a Predappio? Confesercenti: "Può anche danneggiare il commercio"

ForlìToday è in caricamento