Cronaca

Quartiere Romiti, ancora abbandoni di rifiuti in strada: "Molti non sono legati all'alluvione: è inaccettabile"

Materiale e sacchi lasciati anche in aree non direttamente legate alle vie alluvionate

Ancora abbandoni di rifiuti nel quartiere Romiti. Materiale e sacchi lasciati anche in aree non direttamente legate alle vie alluvionate. Il coordinatore del comitato di quartiere Stefano Valmori attacca: "Comprendo benissimo chi sta ancora ripulendo la propria cantina, – spiega – ma vedo in giro tanti rifiuti che non sono collegabili all’alluvione e questo non è più accettabile. Lo abbiamo ribadito anche nell’incontro con la giunta di ormai due settimane fa sull’alluvione e nel corso del quale è venuta fuori la problematica rifiuti. Ho chiesto a nome di tutta la comunità controlli da parte della Polizia locale e delle Guardie ecologiche volontarie perché il lavoro che sta facendo Alea Ambiente da solo non è sufficiente soprattutto perché ci sono zone del quartiere, che non sono state colpite dall’alluvione ma dove vi stiamo trovando degli accumuli grossi di rifiuti". 

Rifiuti abbandonati ai Romiti (agosto 2023)

"Per questo vogliamo sollecitare l’amministrazione comunale e i suoi uffici competenti perché predispongano controlli accurati per questi abbandoni che non fanno parte dei rifiuti alluvionati e successivamente iniziare a sanzionare le persone che stanno sporcando il territorio con materiale non legato all’alluvione. Quello che troviamo in giro per il 60 per cento non è collegato all’alluvione. Chi è abilitato a fare questi controlli per il Comune è ora che inizi a farli perché noi non ne possiamo più. Capiamo le esigenze della gente che sta portando fuori la roba alluvionata e questo non lo mettiamo in dubbio, ma non vogliamo più che gli altri pensino ai Romiti come una discarica. Chi può deve portare la sua roba all’ecocentro" ha concluso il coordinatore Valmori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartiere Romiti, ancora abbandoni di rifiuti in strada: "Molti non sono legati all'alluvione: è inaccettabile"
ForlìToday è in caricamento