La Dea Bendata bacia Corso Garibaldi: colpo al Lotto con una quaterna

Lunedì la signora si è presentata al punto vendita per render conto della vincita: "Ovviamente era contenta", ha esclamato Simonzini

Sperare che Totò venga in sogno ed avere dei numeri fortunati da giocare al Lotto. Chissà se è quanto capitato alla fortunata che sabato scorso si è presentata alla tabaccheria "Simonzini" di Corso Garibaldi, puntando un euro su quattro numeri: 10, 25, 47 e 90 sulla ruota Nazionale. Nell'estrazione del 5 settembre la Dea Bendata ha estratto i cinque numeri nel seguente ordine: 6, 10, 25, 90 e 47. La schedina ha fruttato alla donna ben 12.811 euro. Racconta Marco Simonzini, titolare del punto vendita: "Si tratta di una signora di mezza età, una cliente abituale".

"Non ha spiegato il perchè di quei numeri - agggiunge -, ma ha puntato cinquanta centesimi sull'ambo, 40 sul terno e 10 sulla quaterna". E così è arrivato un regalo di Natale anticipato. Lunedì la signora si è presentata al punto vendita per render conto della vincita: "Ovviamente era contenta", ha esclamato Simonzini. Non è la prima volta che la Dea Bendata passa per Corso Garibaldi. Ricorda il tabaccaio: "In passato al gioco del Lotto vennero vinti 300 milioni delle vecchie Lire, poi 200 milioni al Superenalotto e 40mila euro al 10 e Lotto. Poi anche col gratta e vinci ci sono state vincite tra i 5mila ed i 10mila euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento