Quest'anno l'inceneritore brucerà più rifiuti: elevato il tetto di 15mila tonnellate causa Covid

Quest'anno, a causa del Covid, l'inceneritore di Hera di Forlì brucerà 15mila tonnellate di rifiuti in più. E' l'effetto di una deroga al tetto massimo della portata annua resa possibile da un'ordinanza della Regione Emilia-Romagna

Quest'anno, a causa del Covid, l'inceneritore di Hera di Forlì brucerà 15mila tonnellate di rifiuti in più. E' l'effetto di una deroga al tetto massimo della portata annua resa possibile da un'ordinanza della Regione Emilia-Romagna dello scorso marzo in cui si dispongono regole urgenti per lo smaltimento dei rifiuti, in particolare quelli delle utenze con contagiati di Covid, i cui scarti sono appunto potenzialmente infetti. Di conseguenza, per l'anno 2020, l'impianto di via Grigioni potrà bruciare 135mila tonnellate di rifiuti in luogo delle 120mila autorizzate.

A rendere noto il temporaneo aumento di portata è stato in Consiglio comunale di lunedì pomeriggio l'assessore all'Ambiente Giuseppe Petetta, in risposta al question time di Loretta Prati, consigliera del Partito Democratico . Nell'ambito della risposta l'assessore Petetta ha spiegato che lo scorso 6 ottobre, il sindaco Gian Luca Zattini ha inviato una comunicazione alla Regione, alla Provincia e ad Hera in cui si richiede la revisione dell'accordo del 2016 sull'inceneritore. Spiega Petetta: "La richiesta arriva in considerazione delle mutate condizioni di raccolta dei rifiuti urbani e degli ottimi risultati di raccolta differenziata e di riduzione pro capite di rifiuto secco".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La disdetta permetterà, conclude Petetta, "l'avvio di un confronto tra le parti per la valutazione dei termini dell'accordo, viste le condizioni si sono modificate rispetto al 2016". Prati, a nome del Pd, ha chiesto che con l'avvio del confronto "si possa avviare un'operazione di coinvolgimento del consiglio comunale". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Non paga i debiti della propria azienda: l’imprenditore creditore assolda i killer per ucciderlo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento