Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Forlimpopoli

Elezioni, riconferma non scontata per Garavini: il Pd apre una consultazione con tanto di questionario anonimo

A differenza delle procedure di solito più snelle e veloci in caso di riproposizione per il secondo mandato del sindaco uscente, il circolo Pd forlimpopolese ha deciso di organizzare un vero e proprio questionario anonimo

Non sarà per niente automatica la riconferma della candidatura della sindaca uscente di Forlimpopoli Milena Garavini da parte del Partito Democratico. A differenza delle procedure di solito più snelle e veloci in caso di riproposizione per il secondo mandato del sindaco uscente, il circolo Pd forlimpopolese ha deciso di organizzare un vero e proprio questionario anonimo di gradimento sull'operato di Garavini.

Una consultazione formale, con tanto di urna e due serate in cui votare, martedì e mercoledì prossimi dalle 18 alle 22. E stata anche formata una commissione per lo scrutinio, composta dal segretario Maurizio Castagnoli, Paolo Zoffoli, Rita Marzanati, Roberto Santolini. La consultazione è aperta non a tutti gli iscritti del circolo, ma a buona parte di essi, vale a dire i membri del direttivo, una base elettorale di alcune decine di persone, ma non a quella massima degli iscritti, come di solito avviene per le primarie. Un "ibrido", insomma, tra le primarie e un voto degli organi locali del partito.

La consultazione, spiega la convocazione, “permette di misurare il gradimento dell’attuale amministrazione comunale, le priorità sui programmi elettorali futuri e sui candidati da scegliere”. A Forlì il Pd ha l'obiettivo di arrivare ad una sintesi prima della fine dell'anno su un candidato da proporre contro il sindaco uscente di centro-destra Gian Luca Zattini, dopo i rifiuti della segretaria della Cgil Maria Giorgini e di Graziano Rinaldini (due nomi su cui il Pd forlivese puntava decisamente). E non facilita di sicuro la scelta di un candidato sindaco civico ed esterno al partito l'idea che - in caso di vittoria alle elezioni di giugno 2024 - il Pd tra cinque anni possa aprire questionari segreti sulla sua eventuale ricandidatura al secondo mandato, dopo il precedente di Forlimpopoli.

Corsa in salita anche per altri comuni del territorio, attualmente governati dal centro-destra, mentre Forlimpopoli, nei pronostici, dovrebbe essere uno dei pochi comuni in cui il voto non viene dato come contendibile. Il percorso avviato a Forlimpopoli vede un recente precedente nella vicina Bertinoro, dove il sindaco uscente Gabriele Fratto – che pure, come Garavini, aveva dato la propria disponibilità al secondo mandato – era stato alla fine “sfiduciato” dal circolo Pd locale dopo mesi di "tira e molla", preferendo la candidata all'epoca non tesserata Gessica Allegni, che poi successivamente è rientrata nel Partito Democratico e ne è diventata all'ultimo congresso la segretaria territoriale. Il Pd di Bertinoro, con quella scelta, interruppe anche l'esperienza di Fratto come Presidente della Provincia (eletto quando la poltrona non era retribuita), lasciandolo successivamente quel ruolo ad un esponente del Pd cesenate, il sindaco di Cesena Enzo Lattuca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, riconferma non scontata per Garavini: il Pd apre una consultazione con tanto di questionario anonimo
ForlìToday è in caricamento