menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I volontari della Croce Verde in Romania

I volontari della Croce Verde in Romania

Quindici anni di Croce Verde Meldola-Predappio nel libro di Fuzzi

Ben 15 anni di testi e immagini del lavoro umanitario dell'onlus Croce Verde Meldola-Predappio nell'ex Jugoslavia: è il nuovo libro di Ermes Fuzzi

Ben 15 anni di testi e immagini del lavoro umanitario dell’onlus Croce Verde Meldola-Predappio nell’ex Jugoslavia: è il nuovo libro di Ermes Fuzzi. E’ in vendita nelle principali librerie di Forlì e della Romagna, ivi compresa la neonata “Botteghina del Libro” di via Giorgio Regnoli, 38, a Forlì, il volume “Al di là dell’Adriatico. Le voci dei testimoni della Croce Verde nei Balcani”.  Il libro sarà presentato ufficialmente a breve presso la Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna.

Curata dal saggista meldolese Ermes Fuzzi per conto di Edit Sapim Editore, in collaborazione con Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna, Idrotermica Coop e Formula Servizi, la pubblicazione passa al setaccio 15 anni di impegno umanitario della Croce Verde Meldola-Predappio nella ex Jugoslavia. Com’è noto, proprio sull’altra sponda di quello che fu il “Mare Nostrum”, negli anni ‘90 è divampata una guerra interetnica e fratricida, che ha mietuto 100mila vittime solo in Bosnia-Erzegovina. “Al di là dell’Adriatico” è un coacervo di opinioni e sensazioni. “Siamo un insieme di persone, valori, credo, fedi e identità diverse – scrive Fuzzi - ed è proprio da queste diversità che traiamo la nostra forza maggiore”. Partendo dal diario di viaggio di alcune spedizioni in Bosnia svolte in prima persona con la Croce Verde, Fuzzi ha poi raccolto racconti celati dalla memoria ufficiale, le storie comuni vissute sulla propria pelle dai volontari, “storie che hanno una carica morale e culturale da non tralasciare o considerare di minore importanza rispetto alle azioni tangibili o a quelle che assurgono alle cronache”. Loris, Ferdinando, Luigi e Claudia, Mario e Roberto, Giuseppe e Fabio, Graziano e Anela, sono solo alcuni dei volontari croceverdini che si sono messi in ferie un paio di volte l’anno, per andare in Bosnia a lenire ferite morali e fisiche tuttora aperte e sanguinanti.


“Al di là dell’Adriatico” contiene anche le foto straordinarie di Silverio Medri, ad arricchire un volume insolito, dalla cui vendita, al prezzo di 12 euro, la Croce Verde conta di finanziare altre missioni nei Balcani e anche oltre, sempre in aiuto dei più deboli. Il libro sarà presentato ufficialmente a breve presso la Fondazione della Cassa dei Risparmi di Forlì e della Romagna. In quella sede si darà conto anche dei numerosi fronti caritativi aperti dall’onlus meldolese in tutt’Europa. A cominciare dal progetto “Amra oltre i confini”, che ha il volto di Samra, bimba bosniaca malata di leucemia che, il 27 aprile scorso è stata sottoposta con successo al trapianto di midollo osseo al Policlinico Malpighi-Sant’Orsola di Bologna, grazie alla sinergia umanitaria fra l’onlus bidentina e l’Ageop di Bologna. I due sodalizi stanno lavorando anche per sensibilizzare il governo bosniaco a migliorare i reparti di oncoematologia degli ospedali pediatrici di Sarajevo e Tuzla. Proprio da Tuzla, località del nordest della Bosnia-Erzegovina, provengono il medico e l’infermiere che stanno per essere formati al Sant’Orsola di Bologna, grazie anche alla sponsorizzazione dell’immancabile Idrotermica Coop di Forlì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento