rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Santa Sofia

Santa Sofia, la raccolta differenziata entra nelle scuole

L'obiettivo condiviso è prevenire la produzione dei rifiuti, differenziando il più possibile e riducendo al minimo il residuo secco non riciclabile.

Proseguono le azioni intraprese dal Comune di Santa Sofia per incrementare le percentuali di raccolta differenziata sul territorio comunale.
Dopo il coinvolgimento, in primavera ed estate, di tutti i cittadini in alcune riunioni e dopo la collocazione di nuove batterie di cassonetti, parte ora un progetto didattico dedicato ai più piccoli: una serie di incontri con gli alunni dell'Istituto Comprensivo di Santa Sofia, per spiegare ai bambini in modo divertente e giocoso come eseguire una corretta raccolta differenziata.

“Fai la differenza” è il titolo del progetto, ideato dalla Soc. Coop. Atlantide e promosso dal Comune di Santa Sofia e da Hera, per sensibilizzare ulteriormente la popolazione e incrementare le percentuali di raccolta differenziata modificando le abitudini domestiche. "I bambini di oggi domani saranno i cittadini del mondo - esordisce l'amministrazione comunale - e per questo è fondamentale coinvolgerli fin da ora nelle tematiche del rispetto dell'ambiente, per aiutarli ad avere una lettura critica del territorio in cui vivono e a conoscere l’impatto dei rifiuti".

Il progetto ideato da Atlantide coinvolgerà i bambini della scuola d’infanzia, della scuola primaria e i ragazzi della scuola primaria di secondo grado. "Con loro - illustra l'amministrazione - gli educatori affronteranno varie tematiche ma, soprattutto, i più piccoli prenderanno confidenza con l’elemento “rifiuto”, apprendendo l’importanza della raccolta differenziata e le informazioni necessarie per effettuarla correttamente. Il tutto non con la classica lezione, ma con momenti di confronto di gruppo e attività pratiche e divertenti. I bambini saranno, poi, il tramite che permetterà anche alle famiglie di mettere in atto i giusti comportamenti in tema di raccolta differenziata".
 
"La collaborazione delle famiglie è molto preziosa, perché solo con lo sforzo di tutti potremo ottenere risultati significativi. Per questo i bambini, già dopo i primi incontri, hanno consegnato alle famiglie un semplice questionario: tutte le famiglie sono invitate a compilarlo e a riconsegnarlo, in modo da ottenere una migliore mappatura del servizio - conclude l'amministrazione -. Dalla lettura dei questionati, inoltre, potranno emergere dubbi o difficoltà dei cittadini e, insieme all'amministrazione e ad Hera, si potranno da un lato migliorare le situazioni critiche, dall'altro affrontare alcune tematiche particolari. L'obiettivo condiviso è prevenire la produzione dei rifiuti, differenziando il più possibile e riducendo al minimo il residuo secco non riciclabile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia, la raccolta differenziata entra nelle scuole

ForlìToday è in caricamento