Oltre 1300 firme contro la nuova antenna per la telefonia a San Martino in Strada

Gli abitanti hanno raccolto 1335 firme che ora sono state depositate negli uffici comunali insieme alle osservazioni sul progetto stilate dalla cittadinanza riunita

Si è conclusa la raccolta firme a San Martino in Strada contro l'installazione di una nuova antenna per la telefonia mobile. Gli abitanti hanno raccolto 1335 firme che ora sono state depositate negli uffici comunali insieme alle osservazioni sul progetto stilate dalla cittadinanza riunita. "Si attende ora il parere dell'amministrazione comunale che non può non tenere conto della preoccupazione dimostrata dal quartiere in merito alle onde elettromagnetiche", spiega Daniela, tra le promotrici della raccolta firme.

Lo scorso mese era stata depositata al Servizio Ambiente e Protezione Civile del Comune di Forlì un'istanza per la realizzazione di una nuova stazione radio base per la telefonia mobile "Wind Tre" in un fondo agricolo in via Placucci, 18. Questa la relazione tecnica fornita da Wind Tre: "Le opere necessarie alla realizzazione della stazione radio base consistono nel montaggio di un palo poligonale in acciaio di altezza pari a 30 metri con pedana di riposo e un pennone di 4 metri che sosterrà il sistema radiante dell’installazione, caratterizzata da sei antenne, cinque parabole e sei moduli radio fissati sul fusto del palo subito sotto la pedana di riposo".

"Gli apparati ed i relativi quadri elettrici di progetto - viene illustrato - verranno tutti installati nei pressi del palo; l’area del sito di proprietà verrà delimitata da apposita recinzione e l’ingresso sarà limitato ai soli addetti tramite il cancello pedonale. L’accesso alle antenne avverrà tramite la scala Soll agganciata al palo porta antenne. Il nuovo sistema radiante sarà composto da tre settori; ogni singolo settore sarà costituito da due antenne fissate al palo tramite carpenteria a Y. Inoltre saranno installate cinque parabole tramite apposita carpenteria metallica".

"Per il funzionamento dell’impianto è previsto il posizionamento di apparati di ricetrasmissione del segnale all’interno di armadi, all’interno della recinzione alla base del palo - viene spiegato -. Il collegamento tra il  sistema radiante (antenne/parabole) e gli  apparati di ricetrasmissione avverrà tramite cavi coassiali. Tali cavi saranno alloggiati su nuova rastrelliera metallica esternamente al palo su appositi morsetti fissa cavo ed apposite staffe per poi proseguire su canala a terra fino agli apparati. Per quanto riguarda la normativa vigente in materia di portatori di handicap occorre precisare che la stazione non può essere soggetta a manutenzione o ad altra forma di intervento da parte di personale con ridotte capacità motorie".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

Torna su
ForlìToday è in caricamento