menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini sono state scattata martedì mattina

Le immagini sono state scattata martedì mattina

Centro storico, raccolta differenziata indisciplinata: il caso di via Marsala

Sacchetti neri collocati anche nei pressi di cestini, contenenti anche rifiuto indifferenziato. Un problema già sollevato in passato e che si è concretizzato con più controlli della Polizia Locale

C'è un'arteria del centro storico dove il concetto di raccolta differenziata non è stato ancora ben memorizzato. E' il caso di via Marsala, dove a cadenza praticamente quotidiana gli operatori di Alea si trovano davanti a cumuli di immondizia piazzati nel marciapiede all'esterno degli appositi bidoncini. Sacchetti neri collocati anche nei pressi di cestini, contenenti anche rifiuto indifferenziato. Un problema già sollevato in passato e che si è concretizzato con più controlli della Polizia Locale.

Sabato scorso il governatore dell'Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, ha firmato un’ordinanza che disciplina la raccolta differenziata, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti urbani per ridurre il più possibile il rischio diffusione contagio da Coronavirus. Il nuovo provvedimento recepisce la circolare dell’Istituto superiore di sanità. In particolare, nelle case dove sono presenti persone risultate positive al tampone, in isolamento o in quarantena obbligatoria, deve essere interrotta da subito la raccolta differenziata. Tutti i rifiuti domestici dovranno perciò essere messi in due o tre sacchi (uno dentro l’altro), possibilmente utilizzando un contenitore a pedale, al fine di garantire anche la sicurezza degli addetti alla gestione dei rifiuti.

Nelle case invece dove non si sono persone positive al tampone - in isolamento o in quarantena obbligatoria – bisogna continuare a fare la raccolta differenziata con la raccomandazione di buttare eventuali mascherine, guanti, fazzoletti e qualsiasi dispositivo di protezione individuale, sempre nell’indifferenziata. Rifiuti che dovranno in via prioritaria essere inviati ai termovalorizzatori senza alcun trattamento preliminare, modalità più sicura per abbattere la presenza del virus ed in grado di tutelare gli operatori dal momento che riduce o esclude il contatto con i rifiuti.

raccolta-via-marsala-rifiuti-2

raccolta-via-marsala-rifiuti-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento