rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Morto a 25 anni a causa del coronavirus. Fissati i funerali del giovane Federico

Gli amici hanno organizzato raccolta di fondi a sostegno della famiglia di Federico, che tutti chiamavano con affetto 'Ciccio'.

Sono stati fissati i funerali di di Federico Degl'Innocenti, il forlivese di 25 anni morto mercoledì mattina all'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì a causa del covid-19. L'ultimo saluto si terrà sabato alle 9 alla chiesa San Giuseppe, a Bussecchio. Gli amici hanno organizzato raccolta di fondi a sostegno della famiglia di Federico, che tutti chiamavano con affetto 'Ciccio'. Si può donare anche venerdì, dalle 17 alle 19, al circolo di Bussecchio.

Tanti i messaggi di cordoglio postati sulla pagina Facebook del 25enne. Carico di affetto il messaggio di Nicola: "Spesso il mondo non si accorge di quanto dolore possa recare un ricordo. Parole e pensieri non vengono condivisi e vivi momenti in cui nessuno sembra capirti, nemmeno chi ti è vicino da sempre. Quando pensi che niente possa farti superare quella perdita e metà della tua vita è volata via con lui. Quando quel brivido ti corre lungo tutta la schiena e lo stomaco si chiude come un fiore cui viene negata la luce, perché sai che tutti sono pronti a metterti in difficoltà, a giudicarti, come se sapessero tutto di te, e invece non sanno niente. Ed è proprio nel momento in cui ci sentiamo più soli che ci accorgiamo di quanto è importante avere un amico al nostro fianco. Con cui poter condividere i nostri pensieri, le nostre sofferenze. Persone che ci danno la forza di andare avanti, che ci accompagnano nei momenti più difficili, e in quelli più belli. Con loro riusciamo a dimenticare la nostra età, lasciando libero sfogo alle idee più assurde ed insensate, mentre magari tutto il resto del mondo dorme e non si accorge di noi. Con loro ogni attimo del giorno si può trasformare in un gran divertimento perché quando siamo insieme per ridere ci basta poco … veramente poco. E non ci importa se la gente ci crede un po’ strani? Quando ci sentiamo spacciati, e tutti i riflettori sono rivolti verso di noi, loro sono disposti a rischiare per aiutarci. Anche se spesso non va proprio come avevamo immaginato. Quando uniti dalla stessa passione mettiamo il cuore nelle cose in cui crediamo, e con loro non importa se stiamo lottando per la partita o per una semplice sfida. L'importante è farlo insieme! Insieme a quelle persone che riescono a sorprenderci ogni giorno in modo diverso, che non si aspettano nulla in cambio. Che si accontentano di un nostro sorriso. Forse non esiste un modo per ringraziare, o forse l'insieme dei nostri sentimenti è racchiuso dentro una semplice frase: ti voglio bene".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a 25 anni a causa del coronavirus. Fissati i funerali del giovane Federico

ForlìToday è in caricamento