Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

Una rapina anomala, su cui stanno lavorando i carabinieri, sia per ricostruirla, sia per capirne le finalità ultime. E' quanto si è verificato martedì pomeriggio

Una rapina anomala, su cui stanno lavorando i carabinieri, sia per ricostruirla, sia per capirne le finalità ultime. E' quanto si è verificato martedì pomeriggio, intorno alle 15,30 in uno studio dentistico di corso Mazzini. Il soggetto è entrato col volto completamente travisato e brandendo un coltello. Comprensibile lo spavento degli addetti e dei pazienti, uno dei quali in quel momento alle prese con la cura dei denti, reclinato sul lettino. 

L'uomo, però, inaspettatamente non ha puntato al denaro, anzi lo ha lasciato lui. Si è impossessato infatti di due fiale di anestetico, e chiedendo confusamente scusa ha lasciato due banconote da 50 euro. Quindi 100 euro per dei medicinali del valore approssimativo di 30 euro, la differenza, forse, era intesa per il "disturbo". Lo stesso si è quindi fatto accompagnare alla porta per scappare e senza prendere denaro contante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una vicenda dai contorni surreali, sulla quale stanno facendo le loro verifiche i carabinieri. Trattandosi di un anestetico a uso dentistico, per altro da assumere per bocca, non è un prodotto particolarmente potente e può lenire il dolore al massimo per una ferita superficiale. Quale che fosse lo scopo della rapina, quindi, ad ora rimane un mistero fitto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento