rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Prostituta aggredita in casa, il 39enne in carcere per tentato omicidio

Fondamentale per la cattura dell'aggressore è stato il ritrovamento del cellullare dell'uomo, caduto in casa della donna durante la fuga

E' stato interrogato dal giudice per le indagini preliminari Luisa Del Bianco il 39enne arrestato nella nottata tra venerdì e sabato dagli agenti della Squadra Mobile di Forlì con l'accusa di aver aggredito venerdì pomeriggio in un'abitazione del centro storico di Forlì una prostituta sudamericana 29enne. Fondamentale per la cattura dell'aggressore è stato il ritrovamento del cellullare dell'uomo, caduto in casa della donna durante la fuga. L'indagato è stato rintracciato nel proprio domicilio, in un comune della vallata forlivese.

Agli inquirenti ha riferito di esser stato vittima di un tentativo di furto e di essersi difeso. Secondo la versione fornita dalla prostituta, invece, il cliente avrebbe preteso un rapporto sessuale gratuito, minacciandola con coltello. Ne sarebbe nata una collutazione durante la quale la giovane si è ferita con la lama ad una mano nel tentativo di strapparla all'aggressore, subendo anche un pugno al volto (prognosi di 30 giorni). Il 39enne è già noto alle forze dell'ordine: nel 2008 infatti era stato indagato dopo aver rapinato una "lucciola" nel faentino in strada. L'inchiesta è seguita dal sostituto procuratore Federica Messina. Il giudice ha convalidato l'arresto con l'accusa di tentato omicidio, disponendo la custodia in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prostituta aggredita in casa, il 39enne in carcere per tentato omicidio

ForlìToday è in caricamento