Sanguinosa rapina in tabaccheria, esplode la rabbia: "Chiediamo più sicurezza"

"La ferocia con la quale è stato malmenato il “nostro” imprenditore è inaudita ed intollerabile", tuona Confcommercio

Un'aggressione che "lascia sbigottiti ed esterrefatti". Il presidente di Confcommercio, Roberto Vignatelli, esterna così la sua solidarietà al tabaccaio Bruno Grandini, aggredito, ferito e rapinato mercoledì mattina da un individuo che è riuscito a dileguarsi con un bottino di circa 2mila euro, facendo perdere le proprie tracce. "La ferocia con la quale è stato malmenato il “nostro” imprenditore è inaudita ed intollerabile e c’è grande sgomento in noi imprenditori anche perché la vittima è una persona di quasi settant’anni, la cui sola colpa era di trovarsi al posto sbagliato, nel momento sbagliato: al lavoro nella propria azienda", è il commento di Vignatelli.

Il presidente di Confcommercio prosegue così nel suo sfogo: "Certamente si troverà il colpevole, ma come spesso succede l’”incertezza della pena” consentirà a questo malvivente di cavarsela con provvedimenti certamente lontani dalla punizione esemplare che meriterebbe. Nessuna giustificazione, nessun alibi, nessuna attenuante per un delinquente che si è accanito con tanta ferocia contro un essere umano al quale, in un abbraccio simbolico, trasmetto tutta la solidarietà della Giunta di Confcommercio Forlì, dei dipendenti e dei soci. Però è ora di dire basta: ormai di queste situazioni sono piene le cronache e molte volte le cronache non raccontano quello che le imprese sono costrette a sopportare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

ASSALTO IN TABACCHERIA: IL VIDEO DEI RILIEVI

"Non è la prima volta che lanciamo gridi di allarme, non è la prima volta che rivendichiamo una maggiore attenzione al tema della sicurezza dei cittadini, delle imprese, delle nostre famiglie - chiosa Vignatelli -. Lo dico a nome della categoria che rappresento, le imprese del commercio del turismo e dei servizi, abbiamo necessità di operare nel rispetto delle regole ma abbiamo bisogno di operare senza avere il timore o l’angoscia di rimanere soli nella nostra attività, senza il timore di poter subire un’aggressione quando andiamo a depositare l’incasso della giornata, senza il timore di percorre le nostre vie cittadine nella speranza di non incappare in balordi che infastidiscono: insomma, abbiamo bisogno di più sicurezza, sentendoci  protetti e garantiti, nello svolgimento della nostra impresa, dallo Stato e dalle Istituzioni".

PAURA ANCHE ALLE POSTE: TENTATA RAPINA A RONCADELLO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • Pauroso schianto all'incrocio sulla via Emilia, un'auto si ribalta: due feriti

  • Apre un nuovo bar-ristorantino a due passi dal Duomo: "Scommetto sul centro, è l'ora del coraggio"

  • Il prof Carlo Flamigni se ne è andato via con una sua poesia sulla morte

Torna su
ForlìToday è in caricamento