rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

L'incubo dei farmacisti ha un volto: catturato rapinatore seriale

L'uomo, pedinato dagli inquirenti fino a Faenza, dove era giunto con la propria vettura, è stato notato effettuare un vero e proprio sopralluogo di una farmacia nei pressi dell'Ospedale civile

L'incubo dei farmacisti ha finalmente un'identità. E' stato assicurato alla giustizia il presunto responsabile di una serie di colpi messi a segno dallo scorso maggio nelle farmacie di Forlì. Si tratta di un 67enne di Belluno, con residenza nel riminese, ma con dimora anche in Polonia, arrestato giovedì mattina a Faenza dagli agenti della Squadra Mobile di Pesaro, Forlì e Ravenna. Si è inventato bandito dopo aver perso il lavoro. L'uomo, pedinato dagli inquirenti fino alla città manfreda, dove era giunto con la propria vettura, è stato notato effettuare un vero e proprio sopralluogo di una farmacia nei pressi dell'Ospedale civile.

Sempre tenuto sotto osservazione dai poliziotti, tornato alla farmacia in concomitanza con l'orario di chiusura, è stato bloccato nell'atto di entrare. Aveva con se una perfetta imitazione di una pistola semiautomatica, dello stesso tipo di quella utilizzata nelle precedenti occasioni. In particolare presentava un macchia di sangue. Un elemento chiave per il buon esito delle indagini. Davanti al magistrato si è assunto la paternità di almeno 9 rapine, ma gli inquirenti non escludono che ne abbia realizzate altrettante tra il forlivese e il cesenate.

Arrestato rapinatore seriale di farmacie

LE INDAGINI - Dall'inizio dell'anno sono quindici le rapine compiute ai danni delle farmacie in provincia. Gli investigatori della Squadra Mobile di Forlì, diretti dal dirigente Claudio Cagnini, ipotizzano che almeno nove sono per mano del 67enne, mentre altre quattro sono da addebitare ad un altro soggetto, sul quale è in corso un'altra attività investigativa. Diversi gli elementi raccolti utili al fine del lavoro della Polizia: un foulard indossato dal bandito, una bandana ed un cappellino da baseball utilizzati per occultarsi il viso ed una pistola cromata. Simile il modus operandi: normalmente colpiva all'orario di chiusura, effettuando un sopralluogo. Prima di entrare in azione si travisava a non molta distanza dalla farmacia, tenendo sempre la camicia fuori dai pantaloni.

LA SVOLTA - La svolta definitiva è arrivata a Pesaro, dove il bandito ha compiuto due azioni. Nella città marchigiana aveva rapinato un banco di medicinali il 28 luglio (300 euro), mentre in occasione di un altro assalto (8 agosto scorso) aveva ferito il professionista che aveva accennato ad una reazione, colpendolo al volto col calcio della pistola, per poi dileguarsi con un bottino di mille euro. La vittima (che ha ringraziato la Polizia per il buon esito delle indagini) è riuscita ad annotare un numero di targa di un'auto polacca.

Si trattava di una "Ford Scorpio", individuata domenica scorsa al rientro dall'estero. La vettura è stata pedinata da lunedì scorso fino all'episodio di giovedì a Faenza. Gli elementi acquisti, e in particolare le informazioni fornite dal farmacista rimasto ferito, approfondite dagli investigatori, hanno consentito di risalire al 67enne, le cui fattezze fisiche risultavano corrispondere a quelle dell'autore dei due colpi. Sono in corso ulteriori indagini per verificare l'eventuale coinvolgimento dell'indagato in altre rapine presso farmacie ed esercizi pubblici.

LE RAPINE A FORLI' - Sono otto gli episodi a Forlì dal mese di maggio. La Farmacia Malpezzi è sta presa di mira per due volte: la prima il 19 giugno, la seconda il 24 luglio. Ma per gli inquirenti tuttavia non è il 67enne il responsabile. La prima rapina risale all'11 maggio scorso, quando nel mirino di un bandito è finito il punto vendita del Ronco. Sono seguiti agli assalti alla Cagli di via Decio Raggi (18 maggio), alla Farmacia dell'Ospedaletto (16 giugno), il 6 luglio scorso alla farmacia comunale di viale Risorgimento e il 31 luglio alla farmacia dell'Ospedale, in corso della Repubblica. L'ultimo è sabato scorso, al banco dei farmaci di  San Martino in Strada, in viale dell’Appennino (bottino 600 euro).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'incubo dei farmacisti ha un volto: catturato rapinatore seriale

ForlìToday è in caricamento