menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polemica-calvario, il Casablanca alla fine si ritira dal campionato

Una vicenda che pare ormai un calvario senza fine, con accuse e contro-accuse sulla vicenda dei presunti insulti razzisti nella partita dell'8 marzo scorso del campionato di calcio a 11 della UISP di Forlì

Una vicenda che pare ormai un calvario senza fine. Se le accuse e contro-accuse sulla vicenda dei presunti insulti razzisti nella partita dell'8 marzo scorso del campionato di calcio a 11 della UISP di Forlì tra la squadra di immigrati marocchini Casablanca e il Club Juventinità di Forlimpopoli sembravano ormai cadute nel dimenticatoio, la vicenda torna ora a riacutizzarsi all'improvviso.

Con una lettera sottoscritta da tutti i giocatori, infatti, il Casablanca alla fine ha deciso per il ritiro dal campionato. La rinuncia è formale, a due giornate dal termine del campionato. Il Casablanca avrebbe dovuto giocare contro Leoncelli e Romagna Polis Giardini, vale a dire due squadre che avevano firmato la piena solidarietà al club forlimpopolese da cui sarebbero partiti gli insulti razzisti.

Già ai primi di marzo il Casablanca aveva annunciato il ritiro, poi annullato per le prese di posizione della UISP e del Comune di Forlì, che però hanno trovato a loro volta la ferma protesta della Juventinità, che nega di aver mai proferito quell'insulto. Intanto sul fronte della giustizia sportiva la commissione disciplinare ha dato ragione al ricorso della Juventinita' visto che il Casablanca nella partita incriminata schierava un giocatore squalificato facendolo passare per un altro giocatore tesserato, con sanzioni fino a due anni e mezzo di espulsione.

Nel motivare il ritiro i giocatori del Casablanca argomentano che la UISP non ha preso provvedimenti nei confronti degli insulti di natura razziale e protestano contro l'arbitro, che a dire del Casablanca, li avrebbe sentiti ma non li avrebbe poi riportati nel referto della partita. Contestata anche la decisione della squalifica dei tre giocatori del Casablanca, considerata errata dalla compagine marocchina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento