rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Cronaca

Fine mandato, Catalano è assessore al Pnrr: "Investiti 81 milioni in 50 progetti di riqualificazione della città"

Questa è una delle novità introdotte dall'assessore durante il suo mandato, l'altra riguarda il mondo agricolo. "Con l'Ufficio Agricoltura abbiamo creato un contatto diretto con gli agricoltori per poterli ascoltare e capire le loro esigenze"

Sono 81 i milioni di euro, di cui 68 fondi Pnrr e 13 di fondi comunali, che sono stati investiti nei 50 progetti di riqualificazione di Forlì, che saranno terminati entro il 2026. Questi sono alcuni numeri comunicati dall’assessore Marco Catalano, con deleghe al Pnrr, agli affari legali, politiche agricole, durante la sua relazione di fine mandato. “Ben 50 dei 61 progetti presentati sono stati approvati dopo un’attenta valutazione da parte della Governance Interna composta da cabina di regia, segreteria tecnica e unità operativa del progetto che hanno coinvolto 400 imprese", spiega Catalano.

Leggi le notizie di ForlìToday su WhatsApp

Per i luoghi di cultura, ovvero il restauro della biblioteca antica, la riqualificazione energetica del Teatro Diego Fabbri e la costruzione di una nuova ala del Museo San Domenico sono stati investiti 13,5 milioni, mentre 18 per gli edifici scolastici, tra cui la nuova scuola Maroncelli, e la riqualificazione delle scuole primarie Livio Tempesta, De Amicis e Squadrani. Per i servizi ai cittadini e alle imprese sono andati 11 milioni per la ricostruzione del Centro per le famiglie di via Bolognesi, mentre 12 milioni per la mobilità, con 8 km di nuove piste ciclabili, tre nuovi parcheggi in aree riqualificate a verde, e Corso della Repubblica che avrà anche un abbellimento con verde pubblico. Per lo sport sono stati investiti 5 milioni per il Ronco Lido e il Palagalassi, "che sarà sempre più parte integrante della città con eventi per tutti”, spiega.

Agricoltura

Sempre per l'assessorato di Catalano nel gennaio scorso è stata istituita l’Unità Agricoltura e Ambiente nell’ambito della quale l’Ufficio Agricoltura rappresenta un punto di riferimento per le iniziative agricole e agroindustriali. “Abbiamo creato un contatto diretto con gli agricoltori per poterli ascoltare e capire le loro esigenze, visto che stiamo parlando di un settore che è molto importante a livello mondiale, creando un dialogo continuo e giornaliero ed inoltre riattiveremo anche la consulta agricola. L’ufficio serve ovviamente anche per aiutare nell’applicazione della Sfinge per il risarcimento dovuto all’alluvione che ha colpito molto gravemente Forlì e questo settore”, sempre l'assessore.

“Sono molto contento del lavoro di Catalano – sottolinea il sindaco Gian Luca Zattini – soprattutto riguardo all’agricoltura, perché è stato fondamentale aprire un canale di ascolto con uno dei settori più importanti del territorio e per aiutare gli agricoltori ad avere i ristori dopo l’alluvione. Riguardo al Pnrr c’è stato e ci sarà, un lavoro di coordinamento e soprattutto di legalità riguardante le imprese che si appoggiano al Comune, per garantire la miglior riuscita di ogni opera".

Affari legali e istituzionali

Riguardo invece agli affari legali e al contenzioso dal giugno 2019 al marzo 2024, sono state 75 le sentenze favorevoli al Comune di Forlì in giudizi patrocinati dall’avvocatura comunale e 80 sono stati gli incarichi di patrocinio legale. I pareri e le consulenze scritte rilasciate sono state 218 e 41 le mediazioni e le negoziazioni assistite “Essendo questa la mia professione, non posso che essere orgoglioso della novità introdotta che ha portato ad avere un ufficio legale interno con due avvocati per non ricorrere a collaborazioni esterno e questa innovazione ci ha permesso di risparmiare 8 milioni di euro per le sole cause di valore determinato in conseguenza delle sentenze vittoriose ottenute dall’Avvocatura Comunale nel quinquennio. La percentuale delle cause vinte è del 90% e quindi molto buona, ma l’obiettivo del Comune è di far rispettare i diritti e imporre i doveri per il bene della comunità”.

Ed infine i rapporti con il Consiglio. “Sono molto contento del rapporto che c’è sempre stato tra consiglieri e giunta per risolvere tutte le problematiche. Mi sono sempre rapportato molto bene anche con l’opposizione e c’è stata collaborazione. Nelle 91 sedute del Consiglio Comunale, che hanno avuto un tasso di partecipazione del 91%, sono state 560 le delibere”. Ma, nel merito del dibattito consiliare per Zattini "hanno prevalso le polemiche e questo mi dispiace molto”.

marco catalano-4

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine mandato, Catalano è assessore al Pnrr: "Investiti 81 milioni in 50 progetti di riqualificazione della città"

ForlìToday è in caricamento