Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Servizi educativi e scolastici, per l'anno scolastico 2014-15 nessun aumento dei costi

La decisione è stata assunta coerentemente con altri interventi attuati per sostenere le amiglie che affrontano quotidianamente le conseguenze della crisi economica

Nei giorni scorsi, la Giunta Comunale ha stabilito di non aumentare le rette per i servizi educativi e scolastici (nidi e scuole dell'infanzia comunali e refezione scolastica) per il prossimo anno scolastico 2014/15. Per effetto di tale delibera, le rette per le famiglie utenti dei nidi e delle scuole dell'infanzia comunali sono le stesse in vigore nell'anno scolastico 2011/12 e, pertanto, restano invariate per il quarto anno consecutivo.

La decisione è stata assunta coerentemente con altri interventi attuati per sostenere le  amiglie che affrontano quotidianamente le conseguenze della crisi economica e per salvaguardare l'opportunità per i minori di avviare o di non interrompere percorsi educativi e di socializzazione così importanti per la loro crescita a causa di motivazioni di tipo economico. Fra questi interventi si ricordano le convenzioni con i gestori di nidi e scuole privati che consentono, a nuclei familiari fino ad un determinato reddito ISEE, di frequentare tali servizi pagando le stesse rette previste per quelli pubblici.

Nel contesto delle attività svolte per favorire l'accesso e l'integrazione scolastica è stato di rilevante importanza il progetto finanziato con 100mila euro dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì destinati a sostenere le famiglie in disagio socio-economico e all'assunzione di personale educativo aggiuntivo per l'integrazione scolastica di minori con disabilità.

Il tema delle rette e delle agevolazioni è stato oggetto anche di dibattito nell'ultima seduta del  Consiglio Comunale chiamato a deliberare su modifiche ed integrazioni del Regolamento Tariffario. In questa occasione, così come durante la riunione della competente commissione consiliare, è stato possibile evidenziare come gli effetti della crisi economica si manifestino concretamente anche attraverso la rilevazione dei dati relativi alla contribuzione degli utenti ai costi dei servizi determinata, in maniera personalizzata, in base all'ISEE dell'anno precedente.

La diminuzione di reddito delle famiglie ha prodotto un evidente calo della retta media mensile per la frequenza di nidi e scuole dell'infanzia. Per i nidi d'infanzia si passa da una retta media di 299,55 euro per l'anno scolastico 2012/13 ad una di 276,92 euro per l'anno scolastico 2013/14; sempre con riferimento agli ultimi due anni scolastici, per le scuole dell'infanzia si passa da una retta media di 89,07 euro ad una retta media di 76,90 euro.

Questi dati evidenziano che nonostante le previsioni di minori entrate l’Amministrazione Comunale intende perseguire l’obiettivo di rispondere a tutte le richieste delle famiglie per quanto riguarda i servizi educativi della prima infanzia, in un’ottica di solidarietà e di equità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi educativi e scolastici, per l'anno scolastico 2014-15 nessun aumento dei costi

ForlìToday è in caricamento