rotate-mobile
Cronaca

Anziano scomparso, dopo la verifica delle segnalazioni le ricerche tornano a concentrarsi a Monte Maggiore

Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale di Corso Garibaldi hanno verificato nelle ultime ore altre segnalazioni che erano giunte in Questura

Sono riprese lunedì pomeriggio le ricerche di Sante Cavina, l'anziano ipovedente di 81 anni di cui si sono perse le tracce da circa una settimana. Polizia di Stato, Carabinieri Forestali, Protezione Civile, Soccorso Alpino e Vigili del Fuoco - come stabilito dal piano della Prefettura - hanno continuato a perlustrare l'area di Monte Maggiore, tra la vallata di Massa e quella di Predappio, dove l'anziano era solito cimentarsi in camminate. Gli agenti dell'Ufficio Prevenzione Generale di Corso Garibaldi hanno verificato nelle ultime ore altre segnalazioni che erano giunte in Questura e che indicavano la presenza dello scomparso in città, ma purtroppo - anche attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza - si sono rivelate poco attendibili

La lotta contro il tempo è ripresa quindi da dove era stata temporaneamente sospesa, con la base logistica allestita nei pressi del ristorante "Il Farro", in via Borsano, dove è stato visto l'ultima volta domenica 13 giugno. La macchina dei soccorsi si è mobilitata a seguito della denuncia di scomparsa, arrivata giovedì sera. Vivendo da solo, nessuno ha segnalato l'assenza dell'anziano fino a quando l'addetta delle pulizie domenistiche, giovedì, si è accorta che mancava da casa. La Polizia di Stato ha diffuso la foto segnaletica nella speranza di individuare qualcuno che l'abbia visto e che possa fornire indicazioni utili.

La mobilitazione sta interessando anche Facebook, con la condivisione dell'appello diffuso dal fratello. L'uomo è di bassa statura, alto circa 160 centimetri, magro, con capelli bianchi fino all'altezza della spalla. Al momento della scomparsa indossava un vestito scuro, aveva con un se un bastone ed uno zaino grigio scuro. Sante Cavina è una persona nota per la sua attività nel mondo della cultura e dell'università. Una persona dalla mente vivace, così come ben allenata, compatibilmente con l'età, a lunghe camminate, dato che da Forlì spesso si dirigeva a piedi sulle prime colline tra la città, Predappio e Castrocaro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano scomparso, dopo la verifica delle segnalazioni le ricerche tornano a concentrarsi a Monte Maggiore

ForlìToday è in caricamento