menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ridracoli quasi a secco, ma Rimini "continua a bere"

La diga di Ridracoli è al minimo, di acqua ne è caduta tanta in Liguria e Piemonte ma in Romagna assai poca (nonostante le recenti piogge sufficienti per poco), basti guardare lo stato dei fiumi

La diga di Ridracoli è al minimo, di acqua ne è caduta tanta in Liguria e Piemonte ma in Romagna assai poca (nonostante le recenti piogge sufficienti per poco), basti guardare lo stato dei fiumi. Siamo alle strette e se non piove abbondantemente entro il mese si dovranno adottare misure (con le relative ordinanze dei Sindaci) per limitare i consumi. "La diga non è sufficiente - si legge in una nota della Federazione della Sinistra - perché serve un bacino troppo vasto".

"Apprendiamo che attualmente il costo dell'acqua di Ridracoli è di 35 centesimi al mc. per la Provincia di Forlì, mentre per la Provincia di Rimini è solo 20 centesimi. Questa differenza di prezzo è dovuta ad accordi che prevedono che a Rimini si venda l'acqua quando è in abbondanza, quando scarseggia le vendite alla provincia limitrofa devono cessare".

"Perché ciò non è stato fatto? - si chiedono in una nota gli esponenti della Federazione della Sinistra forlivese - Perché si è lasciata svuotare la diga continuando a vendere acqua a prezzo scontato, facendo bere maggior acqua di pozzo ai nostri concittadini? Speriamo che Romagna acqua ci risponda e, soprattutto, smetta di far bere acqua di pozzo ai cittadini forlivesi quando il livello diminuisce".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento