menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ridracoli ha 'sete', Russo: "Ancora lontani dall'emergenza idrica"

Per l'assenza di consistenti precipitazioni è scattata recentemente la fase di attenzione della Protezione civile regionale per le province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini. Russo cerca di rassicurare

Per l’assenza di consistenti precipitazioni è scattata recentemente la fase di attenzione della Protezione civile regionale per le province di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, collegata alla bassa disponibilità di acqua nel bacino della diga di Ridracoli, attualmente poco superiore ai 9 milioni di metricubi. “La fase di attenzione non deve suscitare allarme, siamo ancora lontani dall’emergenza idrica per l’intero territorio della tre province” ha detto il vice-presidente della Provincia di Forlì-Cesena Guglielmo Russo

“La proclamazione della fase di attenzione – continua Russo - è una procedura automatica alla soglia dei 9 milioni di metricubi d’acqua a Ridracoli. Ciò comporterà l’attivazione di una cabina tecnica di regia e la progressiva e ponderata riduzione dei prelievi dall’invaso di Ridracoli, con la riduzione graduale della pressione in rete e la graduale attivazione dei prelievi dai pozzi. Sullo stato delle falde, in particolare, i rapporti mostrano che i livelli attuali sono inferiori a quelli del 2010, ma superiori ai livelli del 2007, 2008 e 2009. Siamo quindi in grado di gestire questa delicata fase fino alla metà di ottobre, vale a dire fino a quando è previsto un ritorno consistente delle piogge”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento