rotate-mobile
Rifiuti

"Rifiuti zero", il premio regionale incorona Alea Ambiente: gli obiettivi raggiunti dai 13 Comuni del Forlivese

La società inhouse providing di gestione dei rifiuti si è classificata prima a livello regionale, grazie ai risultati ottenuti sul territorio.

Importante riconoscimento per Alea Ambiente. La società in house providing per la gestione dei rifiuti si è classificata infatti al primo posto tra i gestori del servizio a livello regionale, grazie ai risultati ottenuti nel proprio bacino di riferimento. Il premio è stato consegnato in occasione della nona edizione del premio "Sotto il Muro dei 100 Kg: comuni verso rifiuti zero", organizzato dalla Rete Rifiuti Zero e dai Comuni Rifiuti Zero dell'Emilia Romagna.

A ritirare il premio come miglior gestore è stato Gianluca Tapparini, da poco nominato direttore generale della società. "Mi complimentocon tutti i cittadini, gli Amministratori e i dipendenti della società per i risultati ottenuti fino ad oggi - ha dichiarato Gianluca Tapparini, neo direttore generale della società, che ha ritirato il premio -. Ora proseguiremo in questo percorso, lavorando intensamente per migliorare il servizio, con una sempre maggiore attenzione alle tematiche di sostenibilità ed equità sociale".

Tutti i 13 Comuni che fanno parte del bacino servito da Alea Ambiente hanno raggiunto l’obiettivo di produrre, anche nel 2021, meno di 150 chili di rifiuti ciascuno (obiettivo fissato dalla legge regionale 16/2015). Nello specifico, i Comuni di Predappio, Forlimpopoli, Castrocaro Terme e Terra del Sole, Galeata, Meldola e Modigliana si sono attestati sotto i 100 chili, insieme a Civitella di Romagna che anche quest’anno primeggia nella classifica. Tredozio, Portico di Romagna e Dovadola hanno prodotto meno di 110 chili per abitante residente, mentre i restanti (Bertinoro e Rocca San Casciano) si sono attestati sotto i 150 chili. Discorso a parte per Forlì che con solamente 122 chili di rifiuto non riciclato per abitante residente, si è classificata come migliore città capoluogo in regione.

"Per noi - afferma Simona Buda, presidente di Alea Ambiente - questo riconoscimento rappresenta un incoraggiamento a proseguire su questa strada. Ovviamente voglio ringraziare tutti i cittadini che hanno collaborato a ottenere questi risultati, così come le amministrazioni dei 13 Comuni del bacino. Differenziazione dei rifiuti e una sempre maggior consapevolezza negli acquisti sono gli assi sui quali costruire e radicare cultura del riciclo e responsabilizzazione nei confronti dell’ambiente e del territorio nel quale viviamo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rifiuti zero", il premio regionale incorona Alea Ambiente: gli obiettivi raggiunti dai 13 Comuni del Forlivese

ForlìToday è in caricamento