Giovedì, 18 Luglio 2024
Alluvione, la ripartenza

Alluvione, rimborsi per famiglie e imprese: in arrivo l'ordinanza che attiverà la piattaforma per la gestione delle richieste

Lo ha annunciato il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario alla ricostruzione, in una intervista a Il Sole 24 Ore, specificando che a breve sarà firmata l'ordinanza specifica

Dal 15 novembre, attraverso la piattaforma Sfinge, già attiva per la gestione delle istruttorie per il terremoto del 2012 in Emilia, sarà possibile gestire le richieste di rimborso e ristoro di famiglie e imprese. Lo ha annunciato il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario alla ricostruzione, in una intervista a Il Sole 24 Ore, specificando che a breve sarà firmata l'ordinanza specifica. “Il commissario Figliuolo sta lavorando bene, operando su più fronti per uscire dall’emergenza nelle aree colpite dall’alluvione del maggio scorso", commenta la deputata di Forza Italia Rosaria Tassinari, coordinatrice azzurra dell’Emilia-Romagna, ricordando che "l’obiettivo, ribadito ancora una volta dal premier Meloni, è quello del pieno risarcimento dei danni subiti".

Sono in arrivo diverse ordinanze per accelerare i processi di ricostruzione, e presto saranno sbloccati 449 milioni per la messa in sicurezza del territorio, destinati in particolare ad opere pubbliche, di difesa idraulica e alla viabilità - prosegue Tassinari -. Si stanno dando risposte ai territori colpiti, agendo con concretezza ed efficienza al fianco delle famiglie e delle imprese". Oltre ai lavori che riguardano le "somme urgenze" e la messa in sicurezza del territorio, ha specificato Figliuolo, "stiamo lavorando speditamente è quello della semplificazione delle procedure. Il numero di Comuni alluvionati a oggi è di 91: 80 per l’Emilia-Romagna, 4 per la Toscana e 7 per le Marche. Abbiamo ricevuto dai sub-commissari le richieste per inserire altri Comuni nella lista allegata al decreto, per i quali stiamo effettuando i sopralluoghi”. Nelle prossime ordinanze, ha rimarcato il commissario, "forniremo le indicazioni sulle modalità di inoltro delle domande, sulle perizie asseverate e sulle schede tecniche di rilevazione dei danni". Intanto, tramite la Protezione Civile, continua l’erogazione da 3 a 5mila euro per ciascun nucleo familiare. A oggi sono 17.500 i contributi, per un totale di 52,5 milioni.

"L'accelerazione di settembre, come promesso dal Governo Meloni, si sta concretizzando: sono in arrivo una serie di ordinanze del Generale Figliuolo che, dopo aver eseguito tutti gli approfondimenti necessari, proseguiranno nel lavoro di messa in sicurezza del territorio e daranno risposta anche alla ricostruzione privata con gli indennizzi a famiglie e imprese - dichiara Alice Buonguerrieri, deputato di Fratelli d'Italia -. L'ennesima conferma del lavoro concreto che sta effettuando il Governo Meloni che ormai tutti riconoscono, nonostante le mistificazioni continue della sinistra. Proprio seguendo le indicazioni dell'Esecutivo, il Commissario ha confermato di lavorare nel solco del pieno risarcimento dei danni patiti e del rafforzamento delle difese del territorio: questi sono i due principali fronti aperti su cui la struttura commissariale sta concentrando le energie e le risorse". 

"Anche gli ultimi sopralluoghi di Figliuolo in Romagna sono stati preziosi e utili - argomenta il parlamentare - Per i ristori ai privati c'è una data: entro il 15 novembre sarà adattata la piattaforma informatica che sarà utilizzata per la gestione delle istruttorie per i ristori, potendo così raccogliere perizie asseverate e schede tecniche sui danni. A stretto giro arriveranno le indicazioni procedurali attraverso apposite ordinanze che stanno per essere ultimate. Dopo aver coperto al 100% gli interventi di somma urgenza degli enti pubblici, non si ferma il lavoro per mettere in sicurezza infrastrutture pubbliche, corsi d'acqua e consolidare il territorio: sono stati infatti sbloccati altri 449 milioni di euro da investire nella viabilità, nella difesa idraulica e nel contrasto al dissesto idrogeologico. Il Commissario sta poi lavorando a una semplificazione delle procedure, in modo da poter essere ancor più veloci negli iter burocratici necessari per questi interventi. La ricostruzione - conclude Buonguerrieri - va avanti spedita intervenendo anche su quella messa in sicurezza dei fiumi su cui la Regione è stata latitante per anni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, rimborsi per famiglie e imprese: in arrivo l'ordinanza che attiverà la piattaforma per la gestione delle richieste
ForlìToday è in caricamento