rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Centro Storico / Corso della Repubblica, 4

"La rinascita del San Domenico": giovedì un convegno-confronto con i cittadini

Sono previsti gli interventi di Pier Luigi Cervellati, Vezio De Lucia, Andrea Emiliani, Vittorio Emiliani, Elio Garzillo, Maria Pia Guermandi, Fabio Isman, Giovanni Losavio, Tomaso Montanari e Sauro Turroni

"La rinascita del San Domenico e il disGuido da Montefeltro. Idee per un progetto culturale". Questo il titolo del convegno, promosso alla Sezione di Forlì di Italia Nostra, che si terrà giovedì dalle 15,30 alle 19 nella sala Zambelli della Camera di Commercio, in Corso della Repubblica 4. Sono previsti gli interventi di Pier Luigi Cervellati, Vezio De Lucia, Andrea Emiliani, Vittorio Emiliani, Elio Garzillo, Maria Pia Guermandi, Fabio  Isman, Giovanni Losavio, Tomaso Montanari e Sauro Turroni.

L'appuntamento, illustrano gli organizzatori, intende "aprire il confronto nella città, offrendo il proprio contributo, frutto di un lavoro ininterrotto che dura da decenni, su un tema che fin dalle origini ha riguardato la città intera". "Il complesso del San Domenico, prima che importante restauro architettonico che ha impresso una svolta al ruolo culturale di Forlì, rappresenta una fondamentale scelta urbanistica per la città: quella di valorizzare cultura e ambiente in un’area considerata marginale fino agli anni Settanta", viene evidenziato.

"Nel 1993 - ricordano gli organizzatori del convegno - il Comune di Forlì assunse la difficile decisione di destinare il complesso di San Domenico a polo culturale e museo, abbandonando il progetto che prevedeva di inglobare la chiesa in parte crollata ed il convento in una gabbia di cemento e vetro ad uso teatrale. Il restauro del convento fu terminato 10 anni fa e ora, con l'apertura della chiesa dopo un intervento esemplare, si aprono prospettive nuove che hanno entusiasmato i cittadini e che confermano quelle scelte sostenute allora da Italia Nostra, dal Ministero Beni culturali e dalla Regione".

"Del precedente progetto era stato realizzato negli anni '80 il parcheggio che ora specialmente contrasta con la rinnovata immagine del luogo - spiegano -. Al recupero architettonico si affianca l'esigenza di un progetto di fruizione e valorizzazione del patrimonio culturale della città con priorità che ne scalino la realizzazione nel tempo. In un ambiente urbano assai delicato si inserisce un parziale progetto di "giardino", da ripensare in riferimento a caratteristica del luogo, funzioni, esigenze, priorità e corretta valutazione dei costi". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La rinascita del San Domenico": giovedì un convegno-confronto con i cittadini

ForlìToday è in caricamento