Riparte il progetto di Educativa di Strada della Pastorale Giovanile diocesana

Nonostante le difficoltà e incertezze del momento, è importante dare continuità alla presenza degli operatori di strada a fianco dei giovani

Riparte il progetto di Educativa di Strada della Pastorale Giovanile diocesana. Nonostante le difficoltà e incertezze del momento, è importante dare continuità alla presenza degli operatori di strada a fianco dei giovani, al fine di promuovere il loro benessere e prevenire il disagio. La mappatura dei luoghi di incontro, il monitoraggio degli stessi, l'ascolto attivo e il confronto con i ragazzi sono azioni che caratterizzano l'operato dell'Educativa di Strada, soprattutto adesso si ritiene importante riattivare le azioni di monitoraggio del territorio rilevando nuovi modi di stare insieme ai giovani, raccoglierne i desideri, riflessioni, bisogni, proposte e aiutarli a tradurli in progetti.

E’ importante dare voce ai giovani e creare una comunità che possa, anche attraverso gli operatori di strada, interloquire ed interfacciarsi con loro. Il Progetto di Educativa di Strada, già attivo nel centro storico, vedrà un ampliamento nei territori di Forli Ovest, in particolare nei quartieri dei Romiti e Cava, grazie all’adesione delle comunità Parrocchiali e del Tavolo di Confronto e Coordinamento di Forlì Ovest, sia al territorio dell’Unità Pastorale di Roncadello, Barisano, Malmissole, Poggio, San Giorgio, estendendosi dunque anche alle periferie della città.

Nella fase operativa, in particolare nelle uscite in strada per incontrare i giovani, saranno coinvolti i due educatori di strada Martina Tomasini e Samuele Leoni sotto la supervisione di Fabio Tesser, operatore di strada a Treviso da 20 anni. L’inizio e il proseguo del progetto è stato possibile grazie all’aiuto economico della Fondazione della Cassa dei Risparmi ed oggi, al rinnovato proposito di sostenere le azioni e la strategia da parte del Comune di Forlì nelle persone degli assessori dottoressa Paola Casare (Delega alle Politiche giovanili) e Rosaria Tassinari (Delega al Welfare), che hanno messo in quest’ultimo periodo, molto complesso, energie e idee utili al progetto.

Venerdì al chiostro di San Mercuriale, alle 18, si svolgerà un incontro di presentazione rivolto agli operatori ed educatori parrocchiali dei territori coinvolti nel progetto ed anche a tutti coloro che sono interessati al benessere giovanile e che hanno il desiderio di costruire una comunità attenta ad ascoltarne la voce. Oltre alla presentazione del Progetto verrà introdotto il calendario degli incontri di formazione ai quali si potrà partecipare gratuitamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Covid-19, test sierologici rapidi gratis per studenti e famiglie: l'elenco delle farmacie

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento