Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Nato in piena pandemia, il progetto dei giovani si allarga: "Dall'asporto ad una vera pizzeria, l'abbiamo ristrutturata tutta noi"

“Il nostro locale si presenta come unico e personalizzato, in quanto completamente ristrutturato da noi. Abbiamo scelto uno stile industrial e ricercato con elementi naturali

Compie un anno il progetto di 'Ciliegino', la pizzeria da asporto nata sull'onda dell'emergenza Covid, quando i gestori del Controsenso, la discoteca di via Dei Filergiti,  pensarono di aprire un'attività tra quelle che hanno subito meno i contraccolpi della crisi innescata dalla pandemia, vale a dire una pizzeria per l'asporto e la consegna a domicilio. Una sfida avviata da Filippo Zammarchi, Rocco Barcia, Cristiano Selvagio e Corrado Pilato. Ed ora il progetto fa il 'tagliando', con i titolari che hanno deciso di aprirsi anche al servizio al tavolo, ora che le norme lo consentono. “Aprire la pizzeria con servizio al tavolo è sempre stato nei nostri obiettivi, ma prima di tutto dovevamo occuparci di ristrutturare il locale e personalizzarlo per far si che rispecchiasse la nostra identità. Avendo svolto i lavori totalmente in prima persona abbiamo impiegato più tempo e con la zona rossa di mezzo non siamo mai riusciti ad aprire la sala fino ad oggi”. 

"Ciliegino - Autentici Sapori" nella sua sede di Alessandro Volta, ha aperto l'8 giugno del 2020 ed ora, a un anno di distanza, riesce a mettere a tavola circa 70 persone. Il servizio al tavolo viene inaugurato mercoledì sera. “Abbiamo un ampio spazio interno che può accogliere circa 70 persone e una parte esterna (in allestimento e disponibile nelle prossime settimane) che può accogliere circa 30 persone”, spiegano i giovani titolari, con un'età media sotto i 30 anni.

“Il nostro locale si presenta come unico e personalizzato, in quanto completamente ristrutturato da noi. Abbiamo scelto uno stile industrial e ricercato con elementi naturali, tra cui il legno e le piante, per realizzare un ambiente accogliente e caloroso. In questa nuova avventura, sempre più coinvolgente, abbiamo voluto approfondire la conoscenza dei prodotti tipici del territorio.
Alcuni di noi sono siciliani e per tramandare queste origini anche ai nostri piatti, la scelta dei prodotti e delle proposte presenti nel menù è ricaduta su tutti quelle specialità tipiche della Sicilia e del sud Italia in generale. I nostri clienti potranno assaggiare salumi, formaggi e proposte tipiche di alcune regioni, come gli arancini, e non mancheranno i dolci della tradizione siciliana, oltre alla pizza che rimane il nostro piatto principale”, spiegano. Un bilancio del primo anno? “Questo primo anno ci ha reso molto soddisfatti, abbiamo imparato molto, anche sbagliando, e siamo cresciuti sia personalmente che professionalmente. Ora vogliamo intraprendere questa nuova sfida, perché crediamo molto in questo progetto con l'obiettivo di migliorarci e crescere ancora di più”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nato in piena pandemia, il progetto dei giovani si allarga: "Dall'asporto ad una vera pizzeria, l'abbiamo ristrutturata tutta noi"

ForlìToday è in caricamento