"E' un mondo difficile", i ristoranti di Forlì si adeguano al mini lockdown: "Lottiamo con tutte le nostre forze"

Questi sono alcuni esempi dei ristoranti forlivesi che non si fermano tra mille ostacoli, ma che guardano avanti sperando in un futuro migliore

I ristoratori forlivesi si rimboccano le maniche e si adeguano al nuovo dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte che impone la chiusura dei locali alle 18. Avanti quindi col servizio d'asporto o domicilio. Andrea Calmanti, titolare del ristorante "La Sosta" di Piazza Cavour, ha cercato di sdrammatizzare la situazione con un video simpatico pubblicato sulla pagina Facebook del locale, con "Me Cago en el amore" di Tonino Carotone (meglio nota per il ritornello "E' un mondo difficile") a far da sfondo: "Tranquilli, "La Sosta" va avanti ancora più carica, sono stimoli nuovi per noi. A pranzo è possibile venire tranquillamente e stiamo allestando l'area riscaldata all'esterno. E dopo le 18 parte "sostaway", con servizio d'asporto o consegna a domicilio fino alle 24".

La pizzeria "La Marì d'Otello" sarà operativa solo in modalità asporto, dalle 18 alle 22, dal lunedì alla domenica, ad eccezione del martedì: "A marzo per senso di responsabilità abbiamo deciso di chiudere - viene ricordato su Facebook -. Oggi il nostro senso di responsabilità ci impone di restare aperti, di lottare con tutte le nostre forze per tutelare il nostro lavoro e quello dei nostri dipendenti rimasti ad attendere sussidi e cassa integrazione per tanti, troppi mesi. Abbiamo rispettato tutte le direttive da maggio senza alcun problema, e sembra sia servito a poco, forse, addirittura, a niente. Non vogliamo arrenderci, continueremo a vederci seppur per poco, solo l' attimo in cui passerete a ritirare le pizze calde appena sfornate, e ci sforzeremo di immaginare la vostra espressione quando aprirete il cartone, anche solo incrociando il vostro sguardo e immaginando un sorriso sotto la mascherina. Non è la stessa cosa. Ma ad oggi, è quanto di più simile alla normalità ci sia concesso".

La pizzeria "La Vesuviana", a San Martino in Strada, aprirà anche a mezzogiorno, incrementerà il servizio a domicilio, mentre il servizio d'asporto sarà attivo fino alle 22: "Stringiamo i denti ed affrontiamo questa catastrofe insieme".  La "Pizzeria del Corso", in Corso della Repubblica, sarà aperta dalle 12 alle 14.30, e con modalità asporto e consegna dalle 18. La "brigata del "Ferri&Menta" si sta organizzando invece per "stupire con effetti speciali". Su Facebook un messaggio indirizzato al governo: "Ci vede come untori e assembramento, quando i clienti sono tutti seduti e distanziati e tutto viene sanificato per mila volte al giorno e ormai non abbian più le impronte digitali da tanto igienizzante si usa. Non è stato previsto nulla per mezzi di trasporto o centri commerciali. La follia". Questi sono alcuni esempi dei ristoranti forlivesi che non si fermano tra mille ostacoli, ma che guardano avanti sperando in un futuro migliore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Famiglia finisce in quarantena: non solo tamponi, una settimana di burocrazia per "tornare il libertà"

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

Torna su
ForlìToday è in caricamento