rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Alluvione, la ricostruzione / Modigliana

Ristori per la ricostruzione post alluvione, il Comune di Modigliana: "Pochissime domande pervenute"

"Essendo pochissime le domande fino ad ora pervenute, invitiamo i cittadini nelle condizioni di presentare richiesta di contributo, a presentare domanda", afferma il sindaco Jader Dardi

Sono "pochissime" le domande di richieste di ristori per i danni subìti in occasione dell'alluvione dello scorso maggio da parte di cittadini e attività produttive di Modigliana. Lo rende noto l'amministrazione comunale, specificando che "il Comune di Modigliana, abilitato con le necessarie credenziali, si è attivato per l'accesso alla piattaforma "Sfinge alluvione 2023" sulla quale sono pervenute le prime domande che sono già in fase di istruttoria".

Iscriviti al canale WhatsApp di ForlìToday

L'accesso è consentito con Spid di primo livello e con indicazione di un indirizzo pec, attraverso la quale è possibile presentare le richieste di danno. Le domande inoltrate saranno successivamente prese in carico dagli uffici competenti ed istruite secondo le disposizioni contenute nelle Ordinanze numero 11 e 14 del Commissario Straordinario per la Ricostruzione.

"Essendo pochissime le domande fino ad ora pervenute, invitiamo i cittadini nelle condizioni di presentare richiesta di contributo, a presentare domanda - afferma il sindaco Jader Dardi -. E’ importante allo stesso tempo che l’accesso alla piattaforma possa essere autorizzata anche per i soggetti intermediari quali Caf, sindacati, associazioni di categoria, attualmente esclusi, che potrebbero affiancare cittadini ed imprese nella definizione delle presentazioni delle domande di richiesta danno; ciò allo scopo di dare risposta alle tante situazioni di danno verificatesi per imprese e cittadini. Ci stiamo attivando in tal senso verso la Struttura Commissariale e della Regione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristori per la ricostruzione post alluvione, il Comune di Modigliana: "Pochissime domande pervenute"

ForlìToday è in caricamento