rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Dopo due anni di digiuno e polemiche, in piazza Saffi quest'anno torna il Carnevale di Forlì

A confermare il cambio di rotta – dopo due anni di rinunce, intoppi burocratici, e relative polemiche – è l'assessore Cintorino

Dopo due anni di austero digiuno, piazza Saffi potrà tornare a vedere i festeggiamenti del Carnevale della città. A confermare il cambio di rotta – dopo due anni di rinunce, intoppi burocratici, e relative polemiche – è l'assessore alla Partecipazione Andrea Cintorino. “Avremmo voluto rilanciare il Carnevale in piazza Saffi con diverse novità, ma non c'era più il tempo. Con le associazioni che organizzano i tradizionali carnevali di quartiere, di cui la festa in piazza Saffi rappresenta la sintesi finale e non la loro sostituzione, nel massimo rispetto dei loro appuntamenti e delle date da loro scelte, abbiamo deciso di riproporre la festa in piazza, iniziando a discuterne poco prima di Natale e poi anche ieri (mercoledì, ndr), per poi metterci al lavoro subito dopo l'evento sulle novità da apportare all'edizione 2021”.

A Forlimpopoli intanto cresce l'attesa per la Segavecchia: qui l'articolo

Nessuno spazio alle polemiche degli anni scorsi. Nel 2018 la motivazione ufficiale - più che altro però, un pretesto – era che piazza Saffi dovesse rimanere libera per le manifestazioni elettorali, dato che si sarebbe votato di lì a poco per le Politiche. Fu un anno di particolare difficoltà: anche la Segavecchia di Forlimpopoli scelse di eliminare la sfilata dei carri per tutta una serie di nuove incombenze sulla sicurezza, introdotte dopo i tragici fatti di Torino. Ma se nel 2019 la Segavecchia riuscì a ripristinare la festa in grande stile, a Forlì vennero al pettine tutti i nodi: le difficoltà tecniche e burocratiche, la scarsa disponibilità di volontari, la scarsità dei fondi, ma anche una certa litigiosità tra i carnevali di quartiere e l'incapacità dell'amministrazione comunale di fare sintesi, tanto più che vennero comunque distribuiti fondi per 15mila euro anche a fronte dell'evento mancato.

Difficile, anche per l'edizione 2020, permanere nell'aura negativa che avrebbe aleggiato su chi non collabora, pur avendone la possibilità, per realizzare un evento di sicuro richiamo in centro storico e contribuire all'animazione del cuore della città. Questo deve aver favorito maggiore collaborazione al tavolo nell'ufficio dell'assessore Cintorino e spinto a oltrepassare le difficoltà degli organizzatori. Da parte sua il Comune ci metterà più soldi. Come spiega l'assessore Cintorino: “Abbiamo previsto più fondi rispetto allo scorso anno, che prendiamo dal bilancio della Partecipazione e da quello del Turismo”. Il Comune a giorni comunicherà la data ufficiale del ritorno del Carnevale in piazza, dopo due anni di essenza. Sarà la 22°edizione. “La manifestazione si terrà con tutte le pratiche amministrative  in regola – conclude l'assessore -. La scorta dei carri e la sicurezza dell'evento sarà a cura della Polizia Locale”. Intanto si parte col primo dei Carnevali di quartiere: domenica tocca a quello dell'Aeroporto, in via Seganti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo due anni di digiuno e polemiche, in piazza Saffi quest'anno torna il Carnevale di Forlì

ForlìToday è in caricamento