rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Cronaca

Scavi per la tangenziale, raffiorano resti romani dal sottosuolo

Antiche tombe romane serbate dal sottosuolo di Bagnolo. Sono, infatti, riaffiorati alcuni reperti archeologici nella zona in cui stanno procedendo gli scavi per la Tangenziale Est, a pochi metri di distanza da dove è stata ritrovata la bomba inesplosa

Antiche tombe romane serbate dal sottosuolo di Bagnolo. Sono, infatti, riaffiorati di recente alcuni reperti archeologici nella zona in cui stanno procedendo gli scavi per la realizzazione della Tangenziale Est, nel tratto che va da via Mattei all'autostrada A14. Il punto di ritrovamento è proprio a pochi metri di distanza da dove è stata ritrovata la bomba d'aereo inesplosa della Seconda Guerra Mondiale, fatta brillare domenica scorsa.

La zona interessata, poco prima del ponte di Bagnolo venendo da Forlì, tra via Cervese e via Bagnolina in cui si sta procedendo con la bonifica preliminare del sottosuolo, serbava a soli 2 metri di profondità alcuni manufatti presumibilmente d'epoca romana che sembrano appartenere a una necropoli. I dati saranno resi più certi dalla Soprintendenza ai beni archeologici dell'Emilia Romagna che, tra giovedì e venerdì, invierà a Forlì Monica Miari, una delle proprie maggiori esperte. Sarà la sua ispezione a decretarne l'epoca di appartenenza ma l'ipotesi che siano proprio tombe romane sembra piuttosto possibile. L'area a nord della via Emilia, infatti, così come l'attuale zona artigianale di Coriano, sono state soggette a insediamenti romani, così come è stato dimostrato dai ritrovamenti della stessa epoca avvenuti negli anni passati.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scavi per la tangenziale, raffiorano resti romani dal sottosuolo

ForlìToday è in caricamento