Dal terreno agricolo spunta un ordigno inesploso della Seconda Guerra Mondiale

In attesa dei provvedimenti di competenza adottati dalla locale Prefettura di Forlì, la zona è stata circoscritta con bandella bianco rossa e cartelli identificativi dello stato di pericolo

Il luogo del ritrovamento

Lunedì la Polizia Provinciale di Forlì-Cesena è intervenuta, su segnalazione del presidente del Gruppo Metal Detector di Santa Sofia, Marco Ghirelli, in merito alla presenza di un ordigno bellico adagiato su un fosso di scolo di un campo agricolo a Monte del Re, nel comune di Rocca San Casciano. Gli agenti hanno verificato l’effettiva presenza della bomba risalente al secondo conflitto mondiale. L’ordigno del peso di circa 6 chiliogrammi, dal diametro 75 millimetri e lunghezza di 30 centimetri, è stato identificato come Shrapnel, ovvero un proiettile per artiglieria cavo riempito di sfere di piombo e munito di carica di scoppio. Si tratta di un ordigno non esploso, munito ancora di detonatori, quindi ancora pericolosissimo. In attesa dei provvedimenti di competenza adottati dalla locale Prefettura di Forlì, la zona è stata circoscritta con bandella bianco rossa e cartelli identificativi dello stato di pericolo.

ritrovamento-bomba-ordigno-nastri-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

Torna su
ForlìToday è in caricamento