Dai lavori di manutenzione del canale spunta un un proiettile di artiglieria

Il ritrovamento è stato effettuato nei giorni scorsi dal personale del Consorzio di Bonifica della Romagna, che ha allertato i Carabinieri

Dai lavori di manutenzione del Canale Rio Bolzanino spunta un ordigno bellico inesploso. Il ritrovamento è stato effettuato nei giorni scorsi dal personale del Consorzio di Bonifica della Romagna, che ha allertato i Carabinieri. Presumibilmente si tratta di un proiettile di artiglieria lungo quaranta centimetri e dal diametro di dodici, in un pessimo stato di conservazione. In particolare la bomba si trovava all'interno di un campo agricolo in via Bassetta, all'intersezione con via Rio Bolzanino. L'area interessata è stata segnalata e circoscritta secondo le procedure vigenti, con nastro bicolore, paletti e cartelli segnalanti la presenza di materiale esplosivo.

Il Prefetto Antonio Corona ha richiesto al Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova l’intervento di rimozione dell’ordigno e al contempo di fornire indicazioni in merito alle eventuali misure eccezionali da adottare, nel caso di specie, a salvaguardia della pubblica e privata incolumità. Il sindaco Gian Luca Zattini ha firmato un'ordinanza con la quale sono state disposte le misure precauzionali essenziali da seguire al fine di prevenire situazioni di pericolo per la pubblica incolumità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto da un'auto in sorpasso, sciagura in via Del Partigiano: ciclista perde la vita

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento