menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Rivuoi il tuo iPhone? Dacci 200 euro": ma ad attenderli trovano i Carabinieri

I Carabinieri di Forlì nella serata di venerdì hanno arrestato due uomini con l’accusa di estorsione e ricettazione in concorso. Le manette sono scattate per un 56enne operaio originario di Agrigento e un 49enne disoccupato di Catanzaro

I Carabinieri di Forlì nella serata di venerdì hanno arrestato due uomini con l’accusa di estorsione e ricettazione in concorso. Le manette sono scattate per un 56enne operaio originario di Agrigento e un 49enne disoccupato di Catanzaro, ma residenti entrambi a Forlì. I due sono stati trovati in possesso di un iPhone rubato ad un forlivese, ceduto loro da una terza persona (un pregiudicato di 48 anni) che al momento si trova in carcere per altre ragioni. Ottenuto il cellulare i due si sono messi in contatto con il proprietario dello smartphone, chiedendogli come ‘riscatto’ 200 euro. La vittima, fingendo di aderire alla richiesta, si è però rivolto ai Carabinieri di corso Mazzini ai quali ha spiegato la vicenda.

I militari, tramite un appostamento, sono quindi riusciti a sorprendere in flagranza di reato i due malviventi e a bloccarli nel luogo dell’incontro stabilito, nei pressi di via Veneto a Forlì, proprio mentre erano in procinto di riscuotere la somma, recuperando oltre alla stessa anche il telefonino che veniva poi restituito alla vittima. I due, tratti in arresto, sono stati associati presso la Casa circondariale del luogo a disposizione del Giudice. Il terzo, già ristretto in carcere, è strato deferito in stato di libertà per ricettazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento