menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rocca San Casciano, la Polizia Stradale è salva

Con l'arrivo di due nuovi agenti, il distaccamento della Polizia stradale di Rocca San Casciano non solo è salvo, ma si rafforza. Un agente è già in caserma, mentre l'altro arriverà agli inizi di novembre

Con l’arrivo di due nuovi agenti, il distaccamento della Polizia stradale di Rocca San Casciano non solo è salvo, ma si rafforza. Un agente è già in caserma, mentre l’altro arriverà agli inizi di novembre. Dopo l’arrivo degli ultimi due, l’organico della Polstrada di Rocca, comandata da Giacomo Stefanelli, sale a 10 agenti. Secondo il comandante della Polstrada provinciale di Forlì-Cesena, Michele Pascarella: “Le nuove assegnazioni rientrano in una scelta operativa del dirigente del Compartimento dell’Emilia Romagna, Piergiorgio Da Corte, che riguarda la strategia del territorio"

"Una strategia finalizzata a prevenire e rilevare gli incidenti stradali in quelle aree in cui la presenza delle Polizie Locali non è in grado di raggiugere tali scopi. Tale strategia è incentrata soprattutto sul controllo della strada statale 67 del Muraglione, particolarmente frequentata, specie d’estate e nei week end, dalle moto di grossa cilindrata ed interessata da una incidentalità che la pone fra le strade più pericolose della provincia”.

Spiega il sindaco di Rocca, Rosaria Tassinari: “Ho già ringraziato il dirigente regionale della Polstrada, perché questo provvedimento non solo salva il distaccamento, a Rocca da oltre 50 anni, ma rafforza la sicurezza del territorio e la stessa vita sociale di Rocca e della vallata del Montone. In un periodo di tagli, questa decisione è molto importante per la tutela e la sicurezza degli abitanti del territorio, nonché per la prevenzione degli incidenti stradali sulla trafficata statale 67.” Conclude il sindaco: “Anche la presenza di una decina di famiglie in più nel tessuto sociale di Rocca è molto importante.”

 

Commenta da parte sua Marco Mussolini, segretario provinciale Siulp per la polizia stradale: "Siamo contenti che finalmente si è deciso di invertire il trend. Da 15 poliziotti il distaccamento di Rocca in poco tempo era passato a 8 agenti in organico. Siamo gli unici che hanno continuato a crederci, sia per un presidio della polizia per la vallata, sia per i problemi della viabilità in estate (motociclisti) e inverno. Sei mesi fa era stato chiesto di trasferirsi volontariamente a Forlì, avrebbe significato la chiusura. Il personale non ha abboccato e questo ha permesso di salvare il presidio, ma ora il problema però è spostato di sei mesi. Altri due poliziotti andranno presto in pensione, per questo chiediamo che ne mandino altri, altrimenti si torna daccapo. Auspichiamoinfine  che il dirigente di Bologna convochino tutti i sindacati per la verifica sull'accordo nazionale quadro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento