rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca

Romagna e Sicilia insieme per il futuro dei giovani

La Val Bidente ospita a Borgo Basino delle Fattorie Faggioli, un gruppo di studenti siciliani dell’I.I.S. “Cucuzza-Euclide” di Caltagirone (CT), attualmente in Romagna nell’ambito dello stage “La valorizzazione del Territorio per uno sviluppo sostenibile”.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

La Val Bidente ospita a Borgo Basino delle Fattorie Faggioli un gruppo di studenti siciliani dell'I.I.S. "Cucuzza-Euclide" di Caltagirone (CT), seguiti dal professor Salvatore Cucuzza, attualmente in Romagna nell'ambito dello stage "La valorizzazione del Territorio per uno sviluppo sostenibile".

Organizzato da Fausto Faggioli e da Gian Luigi Bonini di Assoform-Rimini, lo stage prevede confronti diretti con il mondo dell'impresa che li porti a creare una nuova cultura aziendale nei luoghi in cui sono cresciuti e a far crescere il know-how nelle terre in cui vivono e studiano.

Il gruppo dei giovani siciliani ha vissuto un momento di forte Identità territoriale fatta di valori storici e culturali, nell'incontro con Bruno Biserni, presidente del GAL L'Altra Romagna, Claudio Milandri, sindaco di Civitella di Romagna, i media, gli stakeholder del Territorio romagnolo e il gruppo "Tecnici della valorizzazione dei beni e prodotti culturali", progetto dell'Ente Formativo FIPES Group.

"Lo sviluppo dei Territori - sottolinea Fausto Faggioli - passa attraverso il lavoro qualificato delle sue risorse umane che sono la ricchezza e un'opportunità per il sistema economico locale. E in quest'ottica, la collaborazione fra Scuola e Impresa è un valore strategico per costruire il futuro delle nuove generazioni. Una strada impegnativa da realizzare attraverso una rete di relazioni e rapporti di reciproco sostegno, finalizzati al miglioramento delle competenze degli studenti."

"Siamo accanto ai giovani e fa parte degli obiettivi del GAL - continua il presidente Bruno Biserni - fornire alle nuove generazioni un valido supporto per incoraggiarli ad assumere un ruolo attivo nelle politiche di sviluppo territoriale, attraverso anche un approccio innovativo utilizzando coinvolgenti mezzi di comunicazione."

"Con i progetti di Stage - prosegue il professor Salvatore Cucuzza - la Scuola si rivolge al mondo imprenditoriale per "sviluppare" possibili sinergie da attuare nel Territorio in modo tale da concretizzare buone prassi di collaborazione-interazione tra scuola e mondo imprenditoriale che preparino gli studenti a diventare protagonisti del loro futuro. Gli studenti partecipando alle attività produttive, hanno la possibilità mettersi alla prova acquisendo esperienze pratiche che gli permettono di verificare le proprie attitudini e le future scelte professionali."

"In questa serie di vantaggi derivati da una buona pratica di collaborazione - conclude il sindaco Claudio Milandri, rivolgendosi al gruppo con parole d'incoraggiamento - la Rete può giocare ruoli rilevanti e, grazie al cambio di mentalità delle future generazioni, Internet che è già di per sé un mezzo collaborativo, si presterà a molteplici impieghi in campo imprenditoriale, facendo anche leva sul valore delle tradizioni e della cultura del Territorio."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romagna e Sicilia insieme per il futuro dei giovani

ForlìToday è in caricamento