menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La città che non va, il Comune: "Mancano i soldi per rotonde e marciapiedi"

Ecco alcune prime risposte del vicesindaco Giancarlo Biserna alle segnalazioni contenute nella rubrica "La città che non va". La Provincia non ha invece dato alcun cenno di risposta alle due segnalazioni di sua competenza

Ecco alcune prime risposte del vicesindaco Giancarlo Biserna alle segnalazioni contenute nella rubrica “La città che non va”. La Provincia non ha invece dato alcun cenno di risposta alle due segnalazioni di sua competenza, inviate all'assessore Marino Montesi. Altre risposte sono allo studio degli uffici comunali. Per inviare la tua segnalazione: redazione@romagnaoggi.it

MARCIAPIEDI IN VIA GORIZIA.

Diceva la segnalazione di Simone Corradetti: “Abitare in via Gorizia e uscire di casa diventa una vera impresa se si ha la sfortuna di abitare dal lato "pari" , quello sulla direttrice Forlì-Villafranca. Manca il marciapiede e anche la pista ciclabile. Il parcheggio selvaggio e maleducato, specie in corrispondenza di attività commerciali (alimentari, parrucchiera, pizzeria, farmacia, bar) rende di fatto impossibile uscire dal proprio passo carrabile, senza rischiare un incidente. Alcuni mesi fa è stata istituita una demenziale area pedonale davanti alla pizzeria e al bar, ma nessuna pattuglia controlla. Forse un marciapiede come quello dal lato opposto sarebbe più efficace”. E conclude, rivolgendosi all’annuncio del comitato di quartiere: “Ben venga il semaforo, anche perché nessuno si ferma alle strisce pedonali davanti alla farmacia”.

Risponde il vicesindaco Biserna: "La pista ciclabile esiste, e non è poca cosa, e serve entrambi i lati di marcia. Fare un' altra ciclabile è impensabile da tutti punti di vista. Per gli interventi dei Vigil poi posso dire che spesso sono presenti e comunque chiedo più controlli, tenuto conto che noi come scelta preferiamo azioni più educative e preventive, che repressive. Dire ancora che in ogni caso molto è legato all' educazione ed al senso di responsabilità dei cittadini mi pare inutile, l' abbiamo detto - e lo dico ancora - centomila volte. Non c' è risposta".

VIA DEL CANALE BUIA

La segnalazione di Paola Piazzi riguardava via del Canale, sempre nella stessa zona della città, che è “molto buia, soprattutto a partire dall'incrocio con Via Tamberlicchi: quando si svolta in Via Tamberlicchi sembra di entrare nel mondo delle tenebre, è molto pericoloso. Inoltre suggerisco di fare un bel percorso ciclabile lungo tutto Via Lunga, in quanto il posto c'è. In tal modo, si potrebbe congiungere alla già esistente pista ciclabile di Via Gorizia, e incentivare l'utilizzo delle biciclette”

Risponde il vicesindaco Biserna: Sono tante le zone buie, da sempre e in ogni città. Ora non è in programma nessuna estensione della rete di Pubblca Illuminazione. Anzi, viste le difficoltà, dovremmo ridurle, cosa che assolutamente non facciamo. tenendoci costi altissimi. Per quanto riguarda la ciclabile su via Lunga sarebbe l' ideale, ora non è possibile per i vincoli finanziari.

INCROCIO PERICOLOSO TRA VIA MONARI E VIALE ROMA

In una segnalazione di Maria Grazia Misirocchi, si chiedeva della viabilità in prossimità del Supermercato Simply in viale Roma: “La segnaletica si interrompe per riprendere poi all'inizio dello spartitraffico. I ciclisti sono sempre in grave pericolo di essere investiti dalle auto che provenienti dal Ronco vogliono svoltare in Via Monari. Infine era stata promessa -da anni- una rotonda in Viale Roma - Via Cerchia - Via Monari, ma ancora di questa rotonda non c'è traccia”.

Risponde il vicesindaco Biserna: Al momento la rotonda tra viale Roma e via Monari l' abbiamo rimandata visto che abbiamo dovuto far fronte a priorità superiori (e questo l' ho detto in mille occasioni), ma nell' ambito di possibili nuovi Pua in zona vediamo se si riesce a metterla in campo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento