rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Cronaca Bertinoro

Rotonda a Panighina, la Provincia apre: "Disponibili ad affrontare la questione"

"La Provincia non partecipò a quella convenzione in quanto il bando prevedeva un progetto per ente e noi proponemmo via I Maggio a Meldola", spiega Montesi

Esiste un progetto per realizzare una rotatoria sulla via Emilia nel comune di Bertinoro, all’altezza di Panighina, all’incrocio con via Consolare? Lo chiede con un’interrogazione il capogruppo della Lega Nord Gian Luca Zanoni. Nel testo si evidenzia che “il disagio è evidente in tutte le ore della giornata; nelle ore di punta con notevoli attese che rallentano pesantemente il traffico, le autovetture in attesa contribuiscono ad alzare i livelli d’inquinamento, inoltre, l’incrocio in oggetto rappresenta una possibile fonte di pericolo, specialmente durante le ore notturne".

"I cittadini si sono mobilitati con una raccolta di firme, nella quale chiedono pronte azioni - ricorda Zanoni -. La realizzazione della rotatoria rappresenti una corretta risposta alle esigenze di maggior sicurezza per la viabilità, e che garantire una viabilità più scorrevole con una conseguente limitazione delle immissioni inquinanti”. “La questione è stata trattata molto tra il 2000 e il 2005 - afferma l’assessore provinciale alla Mobilità Marino Montesi -. Per quell’intersezione la Provincia all’epoca non ha avuto alcun ruolo diretto, ma è stata in mano al Comune di Forlì all’interno dell’associazione di pianura tra i Comuni allora esistente".

"C’è una convenzione tra i tre Comuni del 2005 con un progetto di 500.000 euro. Il progetto definitivo è stato fatto, poi però si è arenato per il mancato finanziamento o, meglio, il mancato reperimento di tutto il finanziamento, dal momento che esisteva un finanziamento statale di alcune decine di miglia di euro - prosegue l'assessore -. La Provincia non partecipò a quella convenzione in quanto il bando prevedeva un progetto per ente e noi proponemmo via I Maggio a Meldola".

"In ogni caso la Provincia decise di dare un contributo di centomila euro, che fu disponibile fino al 2007. Il blocco coincise con il cambio di amministrazione a Bertinoro, il cui sindaco probabilmente aveva convincimenti diversi. Bisogna riconoscere che quello è stato un treno perso. Noi, per quello che sono le nostre risorse, siamo disponibili ad affrontare la questione”, conclude.

“Le informazioni giunte sono nuove - osserva l'esponente del Carroccio -. Apprezzo che la Provincia in quel momento svolse il suo ruolo con i centomila euro, ma l’anello debole sono state le scelte politiche nel cambiamento tra il vecchio sindaco e l’attuale sindaco di Bertinoro. Si è persa veramente un’occasione. Con la situazione attuale è impossibile reperire quel livello di risorse disponibili allora”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rotonda a Panighina, la Provincia apre: "Disponibili ad affrontare la questione"

ForlìToday è in caricamento