rotate-mobile
Banche / Dovadola

"Rumors che rammaricano e preoccupano": a Dovadola starebbe per chiudere un'altra banca

"Il digitale spinge gli istituti a tagliare le filiali e le conseguenze sono oltremodo pesanti soprattutto tra gli anziani", sottolinea Merendi

"Si rincorrono, ormai da giorni, a Dovadola voci ed indiscrezioni che vorrebbero la chiusura imminente della filiale locale d'Intesa San Paolo. A distanza di anni dalla chiusura della filiale di Unicredit, un'altra defezione si prospetterebbe all'orizzonte, con pesanti ricadute sui servizi offerti ai cittadini". Si tratta, sostiene Riccardo Merendi, ex consigliere comunale di Dovadola e dell'Unione dei Comuni, ed esponente della Federazione Repubblicana Forlivese Pri, di "rumors che rammaricano e preoccupano".

"Il digitale spinge gli istituti a tagliare le filiali e le conseguenze sono oltremodo pesanti soprattutto tra gli anziani, chi presenta difficoltà negli spostamenti o chi non ha dimestichezza con l'home banking e a rischio c'è "l'inclusione finanziaria" di queste categorie - sostiene Merendi -. Quello della banca è un servizio sociale ed economico importante per il territorio che andrebbe mantenuto, purtroppo viene presa in considerazione solo la resa economica, misconoscendone il ruolo, anche sociale; e le loro chiusure contribuiscono, in un certo senso, anche a marcare le disuguaglianze territoriali".

"Spero che l'amministrazione comunale si adoperi in tutte le sedi per cercare di scongiurare quanto va paventandosi - prosegue Merendi -. Purtroppo il fenomeno non riguarda soltanto piccoli Comuni e aree montane, ma anche le città, in particolare le aree periferiche. Credo che chi riveste ruoli istituzionali abbia il diritto-dovere di garantire, nei limiti del proprio potere, che quei servizi finanziari di prossimità continuino ad essere garantiti, soprattutto in favore della popolazione più anziana, per la quale non è pensabile una repentina alfabetizzazione digitale".

"Quando chiude, in un comune, un servizio, essenziale o pubblico che sia, è una perdita per l’intero territorio, sia comunale che dei comuni limitrofi. Si stanno perdendo di vista i veri punti di riferimento delle nostre comunità che sono fatte di persone e servizi. La presenza di filiali bancarie è un servizio imprescindibile per il cittadino - conclude -. La loro chiusura rappresenterebbe una dispersione di capacità produttive intollerabile dei territori".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rumors che rammaricano e preoccupano": a Dovadola starebbe per chiudere un'altra banca

ForlìToday è in caricamento