Il film forlivese "Rwanda" trionfa al Festival del cinema indipendente a Parigi

La vittoria per la pellicola 'Rwanda' arriva al Festival del cinema indipendente di Parigi proprio in corrispondenza del 25° anniversario del drammatico genocidio

La vittoria per la pellicola 'Rwanda' arriva al Festival del cinema indipendente di Parigi proprio in corrispondenza del 25° anniversario del drammatico genocidio nel paese africano, uno dei più terribili che ricordi la storia dell'umanità. Un bel successo per il film che ha visto lo scorso dicembre la prima proiezione romagnola al teatro Diego Fabbri. Il film ideato da quattro cineasti forlivesi, Riccardo Salvetti, Massimo Gardini, Marco Cortesi e Mara Moschini, e realizzato dallo studio di produzione Horizon con il contributo dei tanti volontari che hanno sposato il progetto tramite una campagna di crowdfunding, racconta la storia vera di un ragazzo hutu e una ragazza tutsi protagonisti di un gesto di incredibile coraggio e determinazione con il quale riuscirono, nella furia della pulizia etnica nel piccolo Paese dell’Africa centrale, a salvare oltre 20 persone (la maggior parte bambini) durante il genocidio più veloce e sistematico della storia dell’umanità, quello avvenuto in Rwanda nel 1994 e che costò la vita ad oltre 800.000 civili.

Domenica sera è arrivato appunto il riconoscimento nella capitale francese. L'Écu - L'European Independent Film Festival ha annunciato i suoi film vincitori del 2019. Dopo aver presentato 79 film provenienti da 30 paesi, sono stati premiati 26 vincitori in 14 categorie. A “Rwuanda”, diretto da Riccardo Salvetti , è arrivato il riconoscimento come miglior film drammatico indipendente europeo. Negli ultimi 14 anni, Écu ha aiutato a lanciare molti talentuosi cineasti indipendenti. “Il Festival è estremamente orgoglioso di assistere questi artisti appassionati di passione che creano un cinema incredibile senza i benefici dei grandi budget di produzione - spiega la nota del festival che annuncia i trofei -. La missione di Écu di scoprire e promuovere straordinari film indipendenti da tutto il mondo lo rende un importante evento culturale europeo”.

“Un risultato straordinario capace di superare qualsiasi aspettativa, un risultato che ci riempie di orgoglio per quello che è stato un lavoro immensamente duro e carico di sfide, ma capace di donarci emozioni irripetibili”. Cortesi trattiene a fatica l’emozione a distanza di alcune ore dalla premiazione. “Questo premio – gli fa eco Salvetti -  appartiene a tantissime persone che sentivamo con noi dentro a quel cinema di Parigi a fare il tifo per Rwanda. Molti hanno davvero vissuto la serata insieme a noi seguendo la diretta streaming”.“Produrre il film non è stato facile - spiega Massimo Gardini, di Horizon Srl - io e i miei amici, colleghi e collaboratori, non abbiamo solo percorso una strada. L’abbiamo costruita giorno dopo giorno, anno dopo anno, facendo rinunce per crescere professionalmente. Da 15 anni siamo la scelta di alcune delle più importanti realtà imprenditoriali che hanno sede in Emilia-Romagna ed è grazie a queste prestigiose collaborazioni che possiamo reinvestire parte del nostro utile per portare il cinema nella nostra bella Regione.”

Ora il viaggio del film continua: dopo la vittoria al Festival di Ferrara, con il premio per il miglio film realizzato in Emilia-Romagna, e il trionfo di Parigi, la pellicola vola negli Stati Uniti in premiere per alcuni Festival, mentre in Italia proseguono le proiezioni. La prossima in Romagna è prevista per il 18 aprile al Cinema Verdi di Forlimpopoli alle 20.45. Lo slogan del festival è “dare to be indie" (abbi il coraggio di essere indie) e Rwanda è davvero un esempio di coraggio – conclude Salvetti -  nella sua produzione e nel messaggio che porta con sé". Si congratula il deputato Marco Di Maio: "Nel giorno in cui si ricordano i 25 anni da quel genocidio, il film Rwanda vince il titolo di miglior film europeo al festival del cinema indipendente a Parigi. Una pellicola ideata e realizzata in Romagna, diffusa poi in tutta Italia e in Europa grazie anche ad una straordinaria operazione di crowdfunding. Un grande abbraccio a Marco Cortesi e Mara Moschini che si sono interamente dedicati a questo progetto di teatro civile. Il vostro successo rende orgogliosa un’intera comunità".

ECU_2019_11-2

Potrebbe interessarti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Giugno, le sagre sbocciano in tutta la Romagna: ecco tutti gli imperdibili appuntamenti

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Ballottaggio, storica vittoria di Zattini. Forlì cambia dopo 50 anni - La diretta

  • Investite su viale Roma: due giovani ferite, una portata con l'elicottero a Cesena in gravi condizioni

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • Grave incidente in viale Roma: atterra anche l'elimedica

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Il Consiglio comunale che verrà in attesa della nuova giunta: la metà dei seggi alla Lega

Torna su
ForlìToday è in caricamento