rotate-mobile
Diocesi e cultura

San Biagio celebra il maggio mariano. Occasione per riscoprire l'Immacolata di Guido Reni

Nelle chiese del centro storico il Rosario è pregato insieme in Santa Lucia (dal lunedì al sabato alle 17), in Cattedrale (tutti i giorni alle 17), alla Trinità (dal lunedì al venerdì alle 18), a San Biagio (dal lunedì al venerdì alle 20.45)

Maggio è il mese mariano e il centro storico propone, oltre alla tradizionale preghiera del Rosario, un appuntamento volto a raccontare la storia di un’opera d’arte salvata dalla guerra. Martedì 14, nella chiesa di San Biagio, sarà quindi l’occasione per riscoprire l’Immacolata di Guido Reni, una delle poche opere che non andarono perdute nel bombardamento che nel dicembre del 1944 distrusse la chiesa antica. Alle 20.30 l’introduzione storica sarà affidata a Paolo Poponessi. L’iniziativa è a cura dell’Unità Pastorale del Centro Storico.

La grande tela (misura più di tre metri per due) è visibile nella nuova chiesa di San Biagio in quanto fu restaurata dopo le lacerazioni cagionate dall’ultimo bombardamento di Forlì, avvenuto a città liberata. È popolarmente nota anche come “la Madona di anzulì” perché circondata da angioletti che richiamavano, nella gente del quartiere, la vicinanza dei tanti bambini morti da piccoli per disidratazione, quando non usava dar loro da bere nel caldo estivo.

Nelle chiese del centro storico il Rosario è pregato insieme in Santa Lucia (dal lunedì al sabato alle 17), in Cattedrale (tutti i giorni alle 17), alla Trinità (dal lunedì al venerdì alle 18), a San Biagio (dal lunedì al venerdì alle 20.45).  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio celebra il maggio mariano. Occasione per riscoprire l'Immacolata di Guido Reni

ForlìToday è in caricamento