rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Quartieri

San Lorenzo in Noceto, le preoccupazioni dei residenti: "Scuola materna a rischio chiusura"

Gabriele Brunelli e Nevio Fabbri hanno deciso di dato voce alle segnalazioni messe in luce dai residenti di San Lorenzo in Noceto

"Notiamo con interesse gli sforzi che l’Amministrazione Comunale sta facendo per il centro Storico e l’immediata periferia, ma il forese, cioè i quartieri di confine, vivono nella dimenticanza, sia per interventi, sia per la difesa sia per il mantenimento di servizi presenti da tanti anni". Esordisce così la missiva di Gabriele Brunelli e Nevio Fabbri che hanno deciso di dato voce alle segnalazioni messe in luce dai residenti di San Lorenzo in Noceto. 

Comitato di quartiere

La prima osservazione di Brunelli e Fabbri riguarda la riforma dei quartieri. "A San Lorenzo in Noceto il Comitato di Quartiere funzionava dal 1968 - premettono -. La recente riforma del decentramento e partecipazione con accorpamento a San Martino in Strada, ha portato di fatto a far morire la partecipazione attiva della gente. Tale pericolo era stato ampiamente evidenziato durante la fase di discussione del nuovo Regolamento, ma tale richiesta, che tale era non solo per San Lorenzo in Noceto, ma anche per tutti i quartieri periferici ,non è stata minimamente presa in considerazione. Le rare convocazioni che arrivano dal nuovo Comitato di Quartiere (San Martino in Strada e C.) vengono inviate via Facebook e quindi non tutti ne vengono a conoscenza in tempo reale che a volte coincide col giorno stesso o il giorno precedente la riunione se non addirittura il giorno dopo".

"Non condividiamo questa riforma che non ha portato quei benefici a livello di partecipazione che si aspettavano, ma che di fatto ha portato anche ad una non corretta informazione verso l’amministrazione dei problemi di San Lorenzo in Noceto che riguardano il campo sportivo, la scuola materna, la viabilità e non ultimo il collegamento con quartieri vicini, visto che a ridosso del centro città, si fanno piste ciclabili a iosa, mentre la pista ciclabile da via Malguaia (rotonda) a San Lorenzo in Noceto e da San Lorenzo in Noceto a Fiumana, da anni richiesta a gran voce dalla cittadinanza, non rientra nei programmi futuri - viene aggiunto -. E per parlare di lavori già approvati da diversi anni ed a suo tempo già finanziati ma mai realizzati, segnaliamo ancora una volta la necessità di una illuminazione pubblica e di un marciapiedi nel tratto di Via Borsano che va dall’intersecazione fra la Via Bachelet sino al cartello che indica l’inizio del centro abitato di San Lorenzo in Noceto".

Scuola materna

Ci sono timori sulle sorti della scuola materna: "Funzionante da 40 anni dopo un’opera di razionalizzazione delle scuole della ex Circoscrizione numero 7, condivisa con le Famiglie e unitaria all’interno della Circoscrizione, partì come “sezione mista di scuola dell’infanzia comunale” per divenire poi “scuola materna statale“. E’ notizia di questi giorni che, in virtù del calo iscritti, con tutta probabilità a settembre la scuola non aprirà creando problemi notevoli alle famiglie e particolarmente alle donne lavoratrici, magari part time, e spostando i bambini in altre scuole dell’Istituto Comprensivo. La cosa covava già da anno scorso, poi con alcune manovre la scuola ha riaperto a settembre del 2023, ma di tutto questo la gente del quartiere non ha mai avuta notizia".

Campo sportivo

Altra osservazione riguarda il campo sportivo: "Cinque anni fa, appena insediata questa Giunta, l’assessore con tecnici al seguito e anche una ditta che poteva fare i lavori di adeguamento per recuperare la palazzina dell’ex campo tennis come Centro Anziani, non hanno dato seguito alle loro promesse, peraltro pubblicizzate enfaticamente nella stampa locale. La cosa si è ripetuta anche un anno fa con gli stessi personaggi e con l’aggiunta del “Forlì calcio” interessato a portare parte dell’attività giovanile nel quartiere; batti e ribatti siamo ancora fermi e nel frattempo “Forlì calcio” ha trovato altro sbocco per l’attività e gli impianti proseguono il loro degrado rendendo sempre più difficile e costoso il loro eventuale recupero. Da sottolineare che gli unici interventi manutentivi consistono nel taglio dell’erba periodico eseguito gratuitamente dalla ditta locale Bonavita".

Trasporti

Altra nota dolente è la voce 'trasporti': "Con il termine dell’anno scolastico, Forlì si raggiunge con il trasporto pubblico solo ogni 2 ore. Se un anziano deve recarsi per esami all’ospedale, deve partire da San Lorenzo in Noceto alle ore 7,30 circa, cambiare a Ca’ Ossi per salire poi sulla linea 3 e poi tornare quando può, oppure i famigliari lo devono accompagnare".

"San Lorenzo in Noceto diverrà un luogo in cui vivere sempre meno appetibile"

Concludono Brunelli e Fabbri: "Riteniamo quindi di non essere soddisfatti sugli argomenti che citiamo, non parteciperemo a campagna elettorale, ma crediamo giusto dare ai cittadini del quartiere, qualora ci venissero richieste, tutte le informazioni sulle cose citate e non solo. San Lorenzo in Noceto, non perdendo un servizio essenziale come la Scuola Materna ed avendo un Asilo Nido Aziendale convenzionato (crediamo sia l’unico a livello comunale) poteva contribuire a creare presupposti positivi con un polo 0-6 anni importante non solo per il Quartiere. San Lorenzo in Noceto diverrà un luogo in cui vivere sempre meno appetibile, soprattutto per le giovani coppie; sarà un Quartiere di “vecchi” visto che le giovani coppie sceglieranno di andare ad abitare in quartieri dove troveranno quei servizi che erano anche a San Lorenzo in Noceto e che ora non ci sono più. La città è bella se tutti 120.000 forlivesi possono partecipare al suo sviluppo ordinato e possano usufruire degli stessi servizi essenziali, anche quelli delle realtà più piccole, come ad esempio San Lorenzo in Noceto. Pensare che certi servizi possano essere considerati facilmente fruibili da tutti i cittadini semplicemente allargando i confini del quartiere e facendo aggregazioni come quella del nostro quartiere con San Martino in Strada, se ci è permesso dirlo, si è rivelata una pessima soluzione"

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Lorenzo in Noceto, le preoccupazioni dei residenti: "Scuola materna a rischio chiusura"

ForlìToday è in caricamento