Sanatoria migranti, nuovo presidio. Le associazioni: "Il questore disponibile ad un incontro"

A darne notizia i rappresentanti delle associazioni Black Lives Matter Forlì, Forli città Aperta e Romagna Migrante

Sabato mattina si è tenuto un nuovo presidio per richiedere un incontro con il questore Lucio Aprile "per discutere dei diversi problemi che a Forlì si riscontrano con l’Ufficio immigrazione della Questura". "Il presidio si è reso necessario perché, anche nel proficuo incontro tenutosi in Prefettura venerdì, le uniche posizioni di indisponibilità al dialogo erano state espresse dalla Questura, in controtendenza con il clima generale dell’incontro, durante il quale, tra società civile, sindacati, associazioni di categoria e Prefettura, si é finalmente riusciti ad raggiungere un dialogo ed un confronto costruttivo", spiegano i rappresentanti delle associazioni Black Lives Matter  Forlì, Forli città Aperta e Romagna Migrante

"Siamo quindi scesi in strada per rimarcare che non accettiamo più mancanza di risposte o muri da parte delle istituzioni, specialmente quando le posizioni espresse sono per noi discutibili e non conformi con i dettami di leggi e circolari ministeriali - viene comunicato -. Finalmente, durante lo svolgimento del presidio, abbiamo ricevuto notizia che anche il questore si è detto disponibile ad un incontro, che è stato convocato per la prossima settimana. Siamo lieti di essere finalmente riusciti ad ottenere questo tanto agognato incontro a cui parteciperemo sostenendo con determinazione le richieste che esponiamo oramai da un paio di mesi: un canale di comunicazione efficace e veloce con l’Ufficio immigrazione della Questura, la necessità di avere sempre risposte e linee guida espresse in forma scritta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Per l’ennesima volta nel corso di questi ultimi mesi abbiamo visto come, muovendosi uniti nel reclamare i propri diritti, si riescono ad ottenere incontri e risposte che sembravano impossibili. Questo è solo l’inizio di una lunga strada, ma continueremo a percorrerla tutti assieme, fino a quando non arriveremo ad una società più giusta", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per un numero sfiora il colpo da 500mila euro: giovane gioisce con una vincita al 10eLotto

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Coronavirus, possibile stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • "Qui non si entra con la mascherina", due multe per l'agenzia. Il titolare a Canale 5: "Non le pago"

  • Servizio delle Iene scopre un carabiniere forlivese adescatore di una 13enne

  • Ha sfamato intere generazioni di forlivesi e non solo: addio al papà del Panoramico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento