Santa Sofia, aiuti per gli studenti: nuovi strumenti digitali per le famiglie in difficoltà

L'iter, seguito dall'Asp San Vincenzo de' Paoli, ha visto una prima fase esplorativa, a cui è seguito un vero e proprio bando con cui è stato possibile acquistare strumenti digitali necessari allo studio

A Santa Sofia, si è concluso da alcuni giorni l'iter per la stesura della graduatoria di concessione degli strumenti digitali agli studenti che frequentano scuola primaria e secondaria di primo grado. L'iter, seguito dall'Asp San Vincenzo de' Paoli, ha visto una prima fase esplorativa, a cui è seguito un vero e proprio bando con cui è stato possibile acquistare strumenti digitali necessari allo studio. A livello pratico, tutte le famiglie santasofiesi al cui interno risiede un ragazzo in età scolare hanno ricevuto nelle scorse settimane un questionario grazie al quale in primis è stato possibile ricevere informazioni sul nucleo famigliare, le dotazioni tecnologiche e gli eventuali strumenti ricevuti in comodato d'uso. Oltre a questo, sempre tramite il questionario le famiglie hanno avuto la possibilità di richiedere aiuto per l'acquisto di strumenti digitali indispensabili allo studio.
 
"Devo dire che molte famiglie hanno risposto al questionario, e ciò ha permesso di mappare il digital divide nel nostro comune - dice l'assessore alle politiche sociali Ilaria Marianini -. Tra tutti i questionari compilati, una trentina evidenziavano la necessità di acquistare una strumentazione tecnologica adeguata. A questo punto, l'amministrazione ha deciso di suddividere le richieste: con i fondi comunali abbiamo deciso di acquistare il materiale per gli studenti di elementari e medie, mentre ai ragazzi che frequenteranno e che hanno già frequentato la scuola secondaria di secondo grado saranno destinati i fondi regionali, in arrivo nelle prossime settimane".

"In totale, le richieste giunte all'Asp erano circa 30. Come detto, 20 di queste provenienti da studenti fino a 14 anni di età. Tutte le richieste rientravano nelle condizioni specificate dall'avviso pubblico e questo ha permesso di soddisfarle per intero grazie ai 7000 euro di fondi comunali. Per quanto riguarda, invece, le 10 domande provenienti da studenti frequentanti la scuola secondaria di secondo grado, si procederà con un iter simile utilizzando i fondi messi a disposizione dalla Regione Emilia Romagna per il contrasto del divario digitale nell'accesso alle opportunità educative e formative per l'anno scolastico 2020-2021.
 
"Già nel mese di luglio, gli studenti di scuola primaria e secondaria di primo grado dovrebbero ricevere la nuova strumentazione digitale, mentre per i ragazzi più grandi siamo in attesa della ripartizione dei fondi regionali e speriamo di concludere le pratiche nel più breve tempo possibile", conclude Marianini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento