menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Sofia, buoni spesa per 53 famiglie: le risorse non utilizzate andranno alla Caritas

"Il numero di domande è stato inferiore rispetto ai bandi pubblicati in primavera, ci aspettavamo che fosse così perché staimo vivendo una fase diversa di emergenza", afferma Marianini

 Entro fine anno sarà concluso l'iter per identificare i cittadini santasofiesi idonei a ricevere i buoni spesa per l'acquisto di generi alimentari, come previsto dal bando pubblicato dall'Asp San Vincenzo de' Paoli rivolto ai cittadini residenti nel Comune di Santa Sofia che, nel mese di novembre, si sono trovati in condizioni di indigenza o che hanno avuto una riduzione della capacità reddituale a causa dell'appartenenza ad una categoria senza ammortizzatori sociali oppure a causa del mancato inizio del lavoro o della perdita del lavoro precario.

"Al 24 dicembre, ultimo giorno utile, sono pervenute 63 domande, di cui 53 finanziate e 10 non ammissibili per mancanza dei requisiti richiesti - dichiara l'assessore alle Politiche Sociali Ilaria Marianini -. Il numero di domande è stato inferiore rispetto ai bandi pubblicati in primavera, ci aspettavamo che fosse così perché staimo vivendo una fase diversa di emergenza. Sono già state pubblicate le graduatorie e, a tale proposito, desidero ringraziare il personale dell'Asp San Vincenzo de' Paoli che, come sempre, ha istruito velocemente le pratiche permettendo l'erogazione dei buoni entro fine anno".

Le graduatorie con l'elenco dei beneficiari saranno disponibili sul sito internet dell'Asp (https://www.asp-sanvincenzodepaoli.it/) e su quello del Comune di Santa Sofia (www.comune.santa-sofia.fc.it), i beneficiari potranno verificare la propria presenza in graduatoria tramite il numero del documento di identità inserito in domanda, nel rispetto della privacy. Come già avvenuto in passato, i buoni spesa verranno caricati sulla tessera sanitaria del beneficiario che dovrà semplicemente mostrare la propria tessera sanitaria al negoziante, al momento di pagare il conto. Sarà poi il negoziante stesso a scansionare il codice a barre della tessera e, tramite una app scaricata sul cellulare e messa a disposizione dalla Bcc Imolese Forlivese Ravennate, a scalare il totale dello scontrino dal plafond del beneficiario. Anche l'elenco dei negozi convenzionati sarà disponibile on line.

"Ricordiamo che i buoni spesa hanno un importo compreso tra 100 e 500 euro, in base ai componenti del nucleo familiare, e che potranno essere utilizzati esclusivamente negli esercizi commerciali del comune di Santa Sofia che hanno aderito all'iniziativa - conclude il sindaco Daniele Valbonesi -. Le risorse stanziate e non utilizzate per i buoni spesa verranno messe a disposizione della Caritas, che le riserverà a progetti dedicati sempre al sostegno delle famiglie in difficoltà, individuate in collaborazione con i Servizi Sociali e le associazioni di volontariato sociale del territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento