Santa Sofia, caccia al covid: per bimbi, ragazzi e familiari test sierologici rapidi in farmacia

A Santa Sofia, i test sierologici si potranno effettuare alla Farmacia Comunale “Cavallucci” a partire da sabato

Nell'ambito delle azioni promosse dalla Regione Emilia-Romagna per la prevenzione e controllo della diffusione del Covid-19, anche a Santa Sofia sarà possibile effettuare test sierologici rapidi in farmacia, a partire da sabato. Come previsto dalla Regione, la campagna di screening gratuito è rivolta a bambini e ragazzi di età compresa tra 0 e 18 anni e agli studenti maggiorenni che frequentano le scuole superiori, ai loro familiari conviventi, agli Universitari con medico di medicina generale in Emilia Romagna.

"Grazie a questa azione straordinaria messa in campo dalla nostra Regione, anche alla Farmacia Cavallucci si effettuerà gratuitamente lo screening su bambini, ragazzi e loro familiari - dichiara l'assessore Matteo Zanchini -. L'obiettivo è chiaro: rendere le scuole un luogo protetto e sicuro, mettendo in campo ogni sforzo possibile. Partirà sabato 24 ottobre questa massiccia indagine epidemiologica alla quale, pur considerando la complessità organizzativa, non potevamo sottrarci. Questa azione, peraltro, conferma ancora una volta il ruolo nobile delle farmacie: non solo esercizi commerciali ma veri e propri presidi di salute sul territorio".

A Santa Sofia, i test sierologici alla Farmacia Cavallucci si potranno effettuare previa prenotazione obbligatoria on line al link calendly.com/farmaciassofia (con un anticipo di almeno 24 ore rispetto all'appuntamento) o telefonicamente al numero 320 4309436. I test si effettueranno ogni giorno, con il seguente orario: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 15.30 alle 19.30; martedì, giovedì e sabato dalle 8.30 alle 12.30. Negli stessi giorni e orari, a partire dal 23 ottobre, sarà possibile effettuare la prenotazione telefonica mentre la prenotazione on line è aperta dal pomeriggio del 22 ottobre.

Per accedere al servizio minori di 18 anni dovranno essere accompagnati da un genitore o da chi ne esercita la patria potestà, occorre dichiarare di essere in buone condizioni di salute, non essere venuti a contatto con positivi al Covid-19 e non avere sintomatologia influenzale. Il risultato del test sarà disponibile in giornata, sul Fascicolo Sanitario Elettronico o contattando il proprio medico di base. Una volta effettuato, il test sierologico non potrà essere ripetuto gratuitamente per i successivi 60 giorni.

"L'emergenza sanitaria legata alla diffusione del Covid-19 non si arresta ma ora siamo nelle condizioni di aumentare la prevenzione e lo screening in una collaborazione condivisa tra regione ed enti locali - afferma il sindaco, Daniele Valbonesi -. L'invito che faccio alle famiglie è di partecipare convintamente e numerosi allo screening perché può aiutare a capire e gestire la situazione epidemiologica della nostra comunità. Ricordo, infine, che le uniche modalità di prenotazione dello screening sono on-line e telefonicamente, onde evitare l'eccessivo afflusso di utenti in farmacia".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento