Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Santa Sofia celebra la Liberazione: deposizione di corone e una diretta Facebook

La cerimonia, quindi, si potrà seguire in diretta Facebook sulla pagina del Comune di Santa Sofia alle ore 11, quando il sindaco Daniele Valbonesi terrà un breve discorso presso il Parco della Resistenza

Domenica sono in programma le celebrazioni per il 76esimo Anniversario della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, ovviamente in forma ristretta come prevede la normativa per la prevenzione del Covid 19. La cerimonia, quindi, si potrà seguire in diretta Facebook sulla pagina del Comune di Santa Sofia alle ore 11, quando il sindaco Daniele Valbonesi terrà un breve discorso presso il Parco della Resistenza.

"Per il secondo anno consecutivo dobbiamo rinunciare a una manifestazione pubblica per celebrare l'importante data del 25 aprile - dice il sindaco Valbonesi -. Purtroppo i cittadini non potranno riunirsi nel tradizionale corteo, ma potranno seguire a distanza la cerimonia, grazie alle nuove tecnologie che, in questo caso, sono di grande utilità. In questa giornata vogliamo celebrare i valori di libertà e giustizia, ricordando il coraggio degli uomini e delle donne che, 76 anni fa, hanno combattuto, a volte anche a costo della vita, per permetterci di vivere, oggi, in un'Italia libera".

Insieme al sindaco e ai rappresentanti dell'amministrazione saranno presenti anche l'Anpi, il Gruppo Alpini Alto Bidente – sezione Capitano Dino Bertini e le Associazioni Combattentistiche, oltre ad alcuni esponenti del corpo bandistico “Roveroni”. "In queste occasioni, ci manca la possibilità di scendere in piazza a festeggiare: anche nel 1945 gli uomini e le donne si ritrovarono nelle vie di paesi e città, tornarono ad abbracciarsi e iniziarono a riprendere in mano la propria vita - dice l'assessore alla Cultura Isabel Guidi. Dopo oltre un anno di restrizioni, a causa dell'emergenza sanitaria mondiale che ci ha travolti, siamo tutti molto provati e stanchi. Seppure in un'altra forma e per altre motivazioni, stiamo vivendo sulla nostra pelle una serie di regole che limitano la nostra libertà: tutti troviamo che sia faticoso vivere in questo modo, potremmo prenderlo come spunto per riflettere sull'importanza delle azioni dei nostri avi, che in tempo di guerra hanno lottato per garantire la libertà all'Italia".

"In questi giorni così difficili per tutti, nell’impossibilità di muoversi e incontrarsi liberamente causa l’emergenza sanitaria in corso, per sottolineare ancora di più il grande significato storico e l’attualità del 25 aprile, l’Anpi di Santa Sofia, accanto alla cerimonia ufficiale e alla deposizione delle corone presso cippi che ricordano tutti nostri caduti, realizzerà il progetto proposto dall’Anpi Nazionale dal titolo Strade di Liberazione”, specifica la presidente dell'Anpi di Santa Sofia, Liviana Rossi.

L’iniziativa consiste nel deporre, domenica mattina, un fiore rosso sotto le targhe delle vie e delle piazze del nostro paese dedicate ad antifascisti e partigiani. “Gli amici dell’Anpi di Santa Sofia provvederanno a collocare i fiori, in questo modo le strade del paese continueranno a raccontare la storia di coloro che, con coraggio e sacrificio, anche a prezzo della vita, hanno liberato l’Italia dal fascismo dall’occupazione nazista e ci hanno fatto dono della libertà e della democrazia”, conclude Rossi. Oltre alla piccola cerimonia al Parco della Resistenza, domenica verranno deposte corone alla memoria dei caduti sia nel Sacrario del cimitero di Santa Sofia, sia in tutti i cippi presenti a Santa Sofia e nelle frazioni anche grazie alla collaborazione dell'Associazione Tour de Bosc.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia celebra la Liberazione: deposizione di corone e una diretta Facebook

ForlìToday è in caricamento