Santa Sofia, confronto online con le attività: i contributi del bando "Missione imprese"

Da metà luglio a metà settembre, sono 22 le domande di partecipazione al bando pervenute (di cui solo una non ammissibile), per un totale di investimenti effettuati dalle attività pari a 82.458,50 euro

Martedì, attraverso una piattaforma virtuale, l'amministrazione comunale di Santa Sofia ha incontrato i commercianti che sono risultati aggiudicatari del bando "Missione Imprese" aperto a luglio 2020 e finalizzato alla concessione di contributi per investimenti effettuati dalle microimprese aventi sede legale operativa o unità locale nel territorio del Comune di Santa Sofia. "Avremmo voluto consegnare una pergamena simbolica con l'assegnazione del contributo e incontrare i commercianti - sottolinea il sindaco Daniele Valbonesi -, ma a causa delle nuove normative abbiamo dovuto cambiare i programmi e abbiamo colto l'occasione anche per incontrare i titolari delle attività colpite dai recenti Dpcm".

Destinatari del bando sono stati gli esercizi di vicinato (commercio alimentare e non, fino a 150 metri quadrati), i pubblici esercizi (attività di somministrazione di alimenti e bevande), gli operatori commerciali su area pubblica, le attività artigianali e di servizi alla persona e le strutture turistico-ricettive (alberghiere, extra-alberghiere e ricettive all’aria aperta) che, nel periodo indicato dal bando, hanno acquistato beni mobili come impianti, macchinari, attrezzature ed altri beni funzionali all’attività di impresa quali arredi interni e/o esterni, strutture esterne come dehors, gazebo, tende esterne e similari, ma anche beni volti ad ampliare il servizio già offerto, quali a titolo d’esempio: noleggio e-bike, aree destinate a gioco, device digitali sempre funzionali all’attività di impresa.

Da metà luglio a metà settembre, sono 22 le domande di partecipazione al bando pervenute (di cui solo una non ammissibile), per un totale di investimenti effettuati dalle attività pari a 82.458,50 euro. "Siamo felici di potere dire che le risorse inizialmente stanziate sono risultate sufficienti a coprire tutte le domande di contributo: il Comune ha distrubuito in totale 27.963,76 euro di contributi, ovviamente in maniera differenziata come da regolamento del bando – sottolinea l'assessore alle attività produttive Isabel Guidi -. Purtroppo la situazione attuale è ancora difficile per le attività, mi rendo conto che quello ricevuto dal Comune è solo un piccolo aiuto, noi però ribadiamo la nostra vicinanza e il nostro supporto, con azioni concrete che costruiremo nelle prossime settimane. Credo che la video riunione di ieri sera debba essere solo la prima di una serie di incontri e a tale proposito ringrazio Mario Mancosu, presidente della Consulta dei Commercianti, per l'indispensabile supporto tecnico.”

Il contributo medio erogato è stato di 1.331,61 euro e tre imprese hanno ricevuto il massimo del contributo, ovvero 2.500 euro ciascuna. Da evidenziare anche il fatto che su 21 imprese, ben 10 – di cui 7 rientranti nella categoria pubblici esercizi con somministrazione di alimenti e bevande - hanno ricevuto un punteggio aggiuntivo in quanto il loro fatturato fatturato era calato di almeno il 33% nel periodo marzo-maggio 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un punteggio aggiuntivo anche a una nuova impresa avviata dopo il 1 giugno 2019, a 4 imprese guidate da giovani imprenditori, a 13 “impresa donna”, quindi ditte individuali la cui titolare sia donna o società dove la metà +1 dei componenti sia donna e a 7 imprese con personale dipendente.

“Mi preme sottolineare la celerità con cui abbiamo espletato le pratiche - evidenzia l'assessore al bilancio Matteo Zanchini -. Il bando è stato pubblicato il 15 luglio, è scaduto il 15 settembre e dopo 30 giorni esatti si è conclusa l’istruttoria con la pubblicazione della graduatoria il 15 ottobre. Ricordo a tutti i partecipanti che la rendicontazione delle spese e il perfezionamento dei pagamenti vanno completati entro il 15 novembre, mentre l'impegno da parte del Comune è quello di liquidare il contributo entro l’anno corrente".

"Quella di martedì è una serata che avremmo voluto dedicare alla graduatoria del bando che ha avuto molto successo e generato investimenti - dice il sindaco Valbonesi -, ma nella quale abbiamo inevitabilmente affrontato il tema delle limitazioni che tante attività stanno subendo a causa dell'emergenza sanitaria. Nel nostro piccolo, possiamo solo garantire l'impegno e la vicinanza del comune di Santa Sofia. Lo abbiamo fatto con il bando Missione Imprese, con il progetto “Dove mangiare e dormire a Santa Sofia” e lo faremo anche in futuro, con gli strumenti a nostra disposizione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento