Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Santa Sofia, le scadenze di Imu e Tari: approvate le tariffe per il 2020

"Per quanto riguarda le aliquote Imu - sottolinea l’assessore al bilancio Matteo Zanchini - sono state confermate le medesime dell’anno precedente"

Il Consiglio Comunale di Santa Sofia ha approvato le tariffe Tari e le aliquote Imu relative all’anno 2020: adempimenti rinviati a seguito delle proroghe delle scadenze concesse dal governo centrale. "Per quanto riguarda le aliquote Imu - sottolinea l’assessore al bilancio Matteo Zanchini - sono state confermate le medesime dell’anno precedente. C’è da dire che, alla luce della disciplina sulla cosiddetta “nuova Imu”, due categorie di immobili prima esenti, cioè i fabbricati rurali strumentali e i fabbricati merce, sarebbero stati soggetti a pagamento: questa possibilità è stata subito scongiurata per volontà di questa Amministrazione, che ha riconfermato l’esenzione anche per l’anno corrente".

La scadenza per il pagamento dell'Imu è fissata al 30 settembre e anche per il 2020 dunque si confermano le medesime aliquote applicate nel 2019. L'aliquota ordinaria è al 9,6 per mille, ma sono previste detrazioni ad esempio al 7,6 per mille per i fabbricati ad uso abitativo e relative pertinenze concessi in uso gratuito a parenti in linea retta di primo grado che vi dimorino abitualmente e vi risiedono anagraficamente; allo stesso modo, sono confermate le aliquote al 7,6 per mille per immobili a destinazione artigianale, industriale e commerciale che hanno riaperto o allargato i propri locali (limitatamente ai primi 3 anni di apertura dell'attività o al trasferimento/apertura di una nuova sede). Come anticipato, l'aliquota sarà pari allo 0,00 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale e per i fabbricati merce, costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, fintanto che permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.

Infine, aliquota al 5,00 per mille per abitazione principale nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze e detrazione di 200 euro. Sulla Tari entra nel merito il Sindaco Daniele Valbonesi: “Attraverso lo sconto del gestore, fondi regionali e risorse del comune, per il 2020 la Tari vedrà uno sconto consistente. Mediamente del 6% per le utenze domestiche e fino al 25% per le attività che hanno subìto la chiusura obbligatoria durante il lockdown. Uno sconto medio di oltre 100mila euro e di circa il 12-13% rispetto al 2019. In questo modo, pensiamo di trasmettere un segnale positivo alle famiglie ed alle attività produttive in un anno particolarmente difficile. C'è bisogno di speranza ed anche questa azione, seppur piccola, può aiutare a guardare avanti".

A livello pratico, le nuove scadenze per il pagamento della tari, ancora differite, sono le seguenti: 15 ottobre per l’acconto e 15 dicembre per il saldo. Con la bolletta di acconto, le imprese riceveranno anche un modulo di autocertificazione idoneo a richiedere lo sconto legato ai giorni di chiusura forzata. Tale modulo andrà riconsegnato entro e non oltre il 31 ottobre (tramite pec, raccomandata o consegna a mano al protocollo comunale): l’agevolazione calcolata sulla base dei giorni di chiusura verrà direttamente applicata nella seconda bolletta, a conguaglio. "Tanto è stato il lavoro fatto in queste settimane, a tutti i livelli, per poter dare un aiuto concreto soprattutto alle categorie economicamente colpite dal covid-19", conclude Zanchini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Sofia, le scadenze di Imu e Tari: approvate le tariffe per il 2020

ForlìToday è in caricamento