menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pericolo neve, a Santa Sofia scatta l'obbligo di potatura

Il taglio e la potatura di ogni pianta, sottolinea l'ordinanza, interessa le specie "che, dall'aspetto, possano costituire pericolo in ragione del rischio di caduta oltre ii confine stradale"

Il sindaco di Santa Sofia, Flavo Foietta, al fine da evitare i disagi che si sono manifestati lo scorso febbraio a seguito delle intese nevicate, ha firmato un'ordinanza che obbliga i residenti "di eseguire nel termine perentorio del 30 novembre, il taglio di piante e-o siepi esistenti lungo il bordo delle strade suddette che, in concreto, comportino pericolo perla pubblica incolumità in caso di intemperie ed in particolare di neve o comunque intralcio perla fluidità della circolazione anche pedonale".

SCARICA IL TESTO DELL'ORDINANZA

Il taglio e la potatura di ogni pianta, sottolinea l'ordinanza, interessa le specie "che, dall'aspetto, possano costituire pericolo in ragione del rischio di caduta oltre ii confine stradale". Si raccomanda inoltre "di provvedere alla rimozione immediata dalla sede stradale e sue pertinenze di alberi, ramaglie e terriccio provenienti dai propri fondi". In caso di inosservanza, scatterà una sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro.

Continua il provvedimento: "senza ulteriore avviso, l’Amministrazione Comunale o Provinciale potrà provvedere d’ufficio, con i mezzi propri o avvalendosi di Ditte specializzate all' esecuzione di detti lavori da parte degli stessi ritenuti improcrastinabili per la pubblica incolumità o comunque per rimuovere l’intralcio per la fluidità della circolazione anche pedonale. L’Ente proprietario o gestore della strada addebìterà ai proprietari e tenutari inadempienti le relative spese di esecuzione dei lavori, trattenendo altresì il legname risultante, senza che niente abbiano più a pretendere".

"Resta altresì inteso che in caso di danni provocati a veicoli, persone e cose dalla caduta di rami, piante il proprietario del sito resta unico responsabile sia civilmente che penalmente", sottolinea l'ordinanza.

 



 

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento